territori Infrastrutture

Liguria, Paita: "Autostrade pronta a finanziare il tunnel della Fontanabuona"

L'intervento pubblicato da "il Secolo XIX", 12 ottobre 2021.

Il tunnel della Fontanabuona si può veramente fare. Al Secolo XIX indiscrezioni da ambienti politici confermano che l'opera è inserita nella parte di quelle da far finanziare dalla Società Autostrade. Pronta ad esultare praticamente tutta la valle, anche se visti i precedenti, si attende che tutto sia nero su bianco.

Se l'opera sarà confermata, nel Programma Economico Finanziario, il progetto definitivo del 2015 potrebbe diventare esecutivo nel giro di pochi mesi, nel corso del 2022, con procedura di affidamento entro il 2023. Il costo di realizzazione del collegamento in A12 tra Rapallo e Recco all'altezza della galleria Giovanni Maggio, due tratti al chiuso, definitiva uscita all'aperto nel territorio di Tribogna con innesto sulla 225 all'altezza del cimitero di Ferrada Moconesi, si aggira attorno ai 300/400 milioni di euro.

A rilanciare con forza il progetto, durante gli ultimi mesi, l'onorevole Raffaella Paita, presidente della Commissione Trasporti della Camera. "Intanto ringrazio il ministro Giovannini che si è interessato all'opera, alla quale tengo da sempre. Questa valle ne ha bisogno ed ho promesso che mi sarei impegnata. Attraverso il lavoro portato avanti fin dal 2015, con la progettazione definitiva, in stato di studio avanzato, ho la consapevolezza di avere lasciato qualcosa di importante".

"Ho sempre detto – prosegue Paita – che la soluzione non erano nuove risorse pubbliche, bensì chiedere ad Autostrade di inserire quest'opera nel Pef. Non si parli di compensazione, sia chiaro, i problemi di manutenzione alla rete autostradale devono essere recuperati attraverso nuovi investimenti. Sono fiduciosa rispetto all'inserimento nel Piano Economico Finanziario, e ho chiesto che non ci sia il pedaggiamento".

"In un quadro più ampio – spiega Paita – ci sono comprese altre opere". "Portare a casa questo risultato sarebbe una straordinaria vittoria dei sindaci dopo anni di battaglie. È la caparbietà che viene premiata, di quella politica che non rinuncia a pensare in grande. Avrei voluto dare una mano come presidente di Regione – ricorda Paita – ma la sconfitta elettorale non mi ha impedito di continuare a sostenere ciò in cui credo".

La realizzazione del tunnel è attesa anche e soprattutto dal mondo imprenditoriale della val Fontanabuona, che potrebbe trarre giovamento dall'opera e tornare a puntare sugli investimenti. «Non cantiamo ancora vittoria, vanno completati alcuni passaggi – dice ancora la presidente della Commissione Trasporti della Camera – ma siamo fiduciosi, tutti si sono impegnati. Mi fa piacere ricordare anche il sindaco di Chiavari, Marco Di Capua, l'ultima persona con la quale avevo parlato di questo: nonostante le nostre posizioni politiche, non ha mai fatto ostruzionismo, e ha portato avanti insieme a noi questa battaglia".