24/12/21

Legge di Bilancio 2022, le proposte di Italia Viva

Via libera del Senato alla Legge di Bilancio 2022: qui di seguito, tutte le nostre proposte.

Scarica qui il documento
con tutte le proposte di Italia Viva per la Legge di Bilancio 2022.


Il disegno di Legge di Bilancio 2022 è particolarmente importante per tre aspetti: il primo è il fronte delle transizioni, il secondo è il fronte delle riforme, il terzo è il fronte dell'equità.

Sul fronte delle transizioni, questa legge di bilancio si pone esattamente al fianco del Piano nazionale di ripresa e resilienza, alimentando con risorse e norme quelle transazioni digitali, ecologiche, ma soprattutto sociali.

Sul fronte delle riforme, sottolineiamo il primo passo compiuto per la riforma fiscale. 

Infine, questa legge fa molto anche sul fronte dell'equità, con misure rivolte alla famiglia, ai giovani, alla sanità, al sostegno dei più fragili, alla parità di genere, al contrasto della violenza di genere.

Un disegno, dunque, che Italia Viva apprezza per  il suo essere una legge non ideologica, ma molto equilibrata.



Vediamo, qui di seguito, quali proposte, avanzate da Italia Viva, contiene il testo approvato.


Le nostre proposte per la riduzione della pressione fiscale


Tra taglio IRPEF, decontribuzione ed entrata in campo del nuovo Assegno Unico e Universale, i benefici vengono percepiti per tutte le scale di reddito. Gli effetti più intensi saranno però a favore dei soggetti con redditi più bassi, grazie soprattutto all’incrocio delle tre mosse che corrono fra manovra e attuazione del Family Act.

Le nostre proposte per le imprese


Sono numerose le proposte formulate da Italia Via per le imprese. Si va dal PIR credito d’imposta per le perdite derivanti da specifici piani di risparmio a lungo termine, alla detrazione al 50% dall'imposta lorda per le spese sostenute dal 2022 al 2024 per l'acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici nel limite di 10.000 euro. Prevista, inoltre, l'estensione del credito d'imposta ai costi di consulenza connessi alla quotazione delle PMI. E, ancora, ci sarà un fondo di 5 milioni per il 2022 per le imprese del settore della ceramica artistica e del vetro Murano. Ci sarà, infine, la proroga al 31 marzo 2022 dell'esenzione dal versamento del canone unico patrimoniale per le aziende del pubblico esercizio e dei commercianti ambulanti.


Le nostre proposte per i giovani e l'istruzione


Per i più giovani e l'istruzione, Italia Viva ha proposto uno sgravio del 100% dei contributivi previdenziali per i primi tre anni di contratto di apprendistato. Inoltre, sono previsti 5 milioni all'anno per il 2022-2023 per l'impiantistica sportiva e universitaria. Vengono estese anche a docenti e ricercatori rientrati in Italia prima del 2020 le misure di incentivo al radicamento permanente. La Legge prevede anche 2 milioni di euro nel 2022 destinati a INDIRE - Istituto Nazionale di Documentazione per l’Innovazione e la Ricerca Educativa.


Le nostre proposte per le donne


Per il contrasto alla violenza di genere e il sostegno alle donne vittime di violenza, Italia Viva ha proposto un contributo di 2 milioni di euro per per l'implementazione dei centri per il recupero degli uomini maltrattanti nonché altri 2 milioni per percorsi di trattamento anche per coloro che si trovano nelle condizioni di ammissione al patrocinio gratuito a spese dello Stato. E ancora, 5 milioni andranno ai datori di lavoro per acquisire la formazione specifica e propedeutica all'ottenimento della certificazione di parità di genere. Un fondo di 5 milioni andrà ai centri antiviolenza e alle case rifugio. Infine, 5 milioni saranno destinati al Reddito di Libertà.

Le nostre proposte nell'ambito della disabilità e del sociale


Italia Viva, nell'ambito della disabilità e del sociale, ha proposto un incremento di 15 milioni per il fondo per le non autosufficienze. Inoltre, 2 milioni di euro per gli anni 2022 e 2023 andranno all'Unione italiana ciechi e degli ipovedenti ONLUS. Viene previsto un vincolo per il Fondo di solidarietà comunale all'aumento degli assistenti sociali. Infine, 27 milioni di euro andranno al Fondo per l'Autismo.


Le nostre proposte per la sanità


In ambito sanitario, Italia Viva ha proposto 5 milioni per studio, diagnosi e cura della fibromialgia. Altri 15 milioni di euro per il 2022 e 10 per il 2023 serviranno per l'istituzione del “Fondo per il contrasto dei Disturbi della Nutrizione e dell’Alimentazione”. E ancora, 5 milioni di euro per gli anni 2022, 2023 e 2024 per il Potenziamento dei test di Next-Generation Sequencing, prevenzione e terapia delle alterazioni molecolari che originano i tumori. Infine, viene previsto il potenziamento screening neonatali.


Le nostre proposte per i porti e le infrastrutture


Italia Viva, per quel che riguarda porti e infrastrutture, ha previsto diverse misure. Innanzitutto, vengono stanziati 13.630.000 euro per il 2022 e per il 2023 e 4.830.000 euro per il 2024 finalizzati all'estensione temporale della Agenzia di Somministrazione del porto di Gioia Tauro e per la creazione di un’Agenzia per la somministrazione del lavoro nel porto di Cagliari. Inoltre, 1 milione viene stanziato per la realizzazione degli interventi urgenti di ripristino della funzionalità dell'impianto funiviario di Savona.


Le nostre proposte per gli italiani all'estero


Italia Viva ha proposto anche la riduzione incrementata al 62,5% dell'IMU per i pensionati residenti all'estero.


La nostra proposta per l'emergenza incendi


L'emendamento istituisce un fondo di 40 milioni in favore dei soggetti pubblici e privati e delle attività economiche e produttive danneggiati dagli incendi verificatisi nelle regioni Calabria, Molise, Sardegna e Sicilia.

Le nostre proposte per il sostegno al settore turistico e automobilistico


Istituito anche un fondo di 150 milioni destinato anche al sostegno delle attività economiche del turismo e al settore dell’automobile, gravemente colpiti dall’emergenza epidemiologica Covid-19.



Scarica qui il documento
con tutte le proposte di Italia Viva per la Legge di Bilancio 2022.

Radio Leopolda
Sostieni | Ascolta |