territori amministrative

La Ministra Bonetti a Lucca: "Per la città serve una visione riformista"

La notizia su "la Nazione", 25 maggio 2022.

Visita lucchese a sostegno della candidatura a sindaco di Alberto Veronesi per la Ministra della Famiglia Elena Bonetti che, accompagnata dai referenti dei tre partiti che sostengono Veronesi, si è fermata a cena nella serata di lunedì a "InPasti" di via delle Tagliate con un gruppo di simpatizzanti.

«Bisogna dare una prospettiva di una città che cambia - ha commentato Bonetti - serve una visione riformista e Veronesi, come le forze che lo sostengono, ce l'ha. Lucca può essere un laboratorio di innovazione: penso ai temi della valorizzazione del lavoro, della denatalità, della questione femminile. E poi questo è un esperimento che guarda a chi non accetta la polarizzazione del quadro politico».

La Ministra Bonetti ha poi affrontato cosa può fare il governo per la città. «Le ricadute del Pnrr a Lucca possono essere significative - ha aggiunto - a partire dagli investimenti sul lavoro femminile, visto che ci sono 400 milioni di euro per le imprese gestite da donne. E poi penso ai servizi educativi, agli asili nido dove Lucca non eccelle di certo. Infine, la dimensione infrastrutturale, è importante che non si mettano solo risorse a disposizione, ma si lavori per cambiare il Paese insieme alle amministrazioni comunali attraverso la coprogettazione».

«Il Paese - ha sostenuto Bonetti - ha bisogno che il governo arrivi alla sua fine naturale per portare a termine le riforme per cambiare l'Italia: il governo è coeso, i dibattiti nelle forze politiche ci sono, ma non credo che il populismo e la demagogia avranno la meglio».

Da parte sua, Veronesi ha invece messo il dito sulla politica a suo dire nettamente insufficiente dell'amministrazione Tambellini e anche dei predecessori in materia sociale. «A Lucca - ha spiegato - veniamo da 20 anni di fallimenti, va cambiato il trend: ci sono giovani che scappano da Lucca, anche tra i laureati, vanno rimossi gli ostacoli e c'è molto da fare. Propongo 500 alloggi dentro le Mura a giovani e anziani per ripopolare il centro storico e nell'attesa che siano pronti, 1000 euro a queste famiglie in difficoltà, tratti dai fondi destinati al sociale».