06/12/19
Italia Viva territori

Italia Viva debutta in Umbria: successo per l'evento di presentazione

Una platea composta da tanti volti noti, ma anche da giovanissimi, ha preso parte all'evento di presentazione del nostro progetto politico in Umbria.

Italia Viva Umbria prende forma. Il debutto è avvenuto all'Hotel Cenacolo di Assisi di fronte  - come riportano le cronache locali, da PerugiaToday al Corriere dell'Umbria, passando per l'edizione locale de "il Messaggero" - a una nutrita platea di volti più o meno noti della politica nazionale e regionale.

Presenti i senatori Nadia Ginetti e Leonardi Grimani, la consigliera comunale di Perugia Emanuela Mori e il sindaco di Pietralunga, Mirko Ceci - cui molto si deve per la riuscita dell'iniziativa di Assisi - insieme naturalmente al vice presidente della Camera, Ettore Rosato. Assenti, giustificati a causa degli impegni d'Aula, con rammarico dei presenti in sala, Maria Elena Boschi e Luciano Nobili, attesi all'evento, ma impegnati a Roma nei lavori parlamentari.

Insieme, hanno parlato del nostro progetto politico, presentando le nostre proposte, vere novità nel panorama politico italiano e raccogliendo diverse testimonianze di chi ha scelto, magari lasciando il Pd, di impegnarsi nel nostro partito, come la giovane Jessica Laloni, 24 anni, che ha lasciato la direzione nazionale dem "perché  - come ha spiegato agli astanti - ho già fatto più congressi che compleanni". 



Ad ascoltare gli interventi un pubblico eterogeneo, proveniente non solo da esperienze di centrosinistra: c'erano l'ex consigliere regionale Massimo Monni e il consigliere regionale civico Andrea Fora, l'ex assessore Antonio Bartolini, l'ex capogruppo Pd di Palazzo Cesaroni Gianfranco Chiacchieroni, i sindaci di San Venanzo e Giove, Marsilio Marinelli e Alvaro Parca, il sindaco di Pietralunga, Mirko Ceci, l'attivissimo Nicola Preiti e, infine, - a fare gli onori di casa - il sindaco di Assisi, Stefania Proietti

"Gli equilibri sono delicati, ma il nostro interesse è continuare a far lavorare questo esecutivo" ha assicurato Rosato, durante il suo intervento, parlando del contesto nazionale. “Ci organizzeremo anche in Umbria, partendo dai comitati locali; poi ci daremo una struttura perché abbiamo voglia di crescere”, ha spiegato Rosato, parlando delle sfide future che attendono Italia Viva in Umbria. "Stiamo costruendo un partito e una nuova casa dove ci si può ritrovare per lavorare ad un progetto per questo Paese e, visto che siamo in Umbria, anche per questa regione dalle grandissime potenzialità ma anche con problemi", ha proseguito Rosato. "Vogliamo parlare di contenuti e problemi reali delle persone e delle imprese. Pensiamo di essere accoglienti e di dare una risposta a chi guarda la scheda elettorale e non ci si riconosce e a chi guarda a questi populismi che si scontrano su problemi che sono lontani dalla quotidianità. Persone che invece cercano una risposta in un progetto adeguato alla sfida di questi anni complicati", ha concluso Rosato.

Speriamo di essere attrattivi e tutti sono i benvenuti - ha ribadito Ginetti, prendendo la parola - con una proposta che non si guarda alle spalle, di essere concreti nelle proposte, pensiamo all'Italia e abbiamo idee per l'Umbria. Grimani ha, inoltre, sottolineato che "Matteo Renzi è l'unico che ha ancora una visione di prospettiva e si mette in gioco su questo".

Buona la prima, insomma: tante idee e tanto entusiasmo per il futuro.