28/05/20
Infrastrutture paese

Infrastrutture, Piano Shock, Paita: "Sbloccare risorse preziosissime per il Paese"

L'intervento della parlamentare di Italia Viva su "la Repubblica".

Modello Genova” o Codice degli Appalti? Procedure superveloci attuate da commissari straordinari, come è avvenuto per la ricostruzione del Ponte Morandi, o vie ordinarie di emergenza già stabilite dalle leggi in vigore?

È quel che si chiede "la Repubblica", in un approfondimento dedicato al tema delle infrastrutture.

Si giocano su questa linea di demarcazione  - spiega il quotidiano - le scelte sul rilancio degli appalti pubblici, una parte importante del decreto semplificazioni che il governo dovrebbe varare al più tardi all’inizio di giugno.

Per Italia Viva, che ha presentato al governo il piano Italia Shock - sottolinea il quotidiano - la via giusta è quella del “Modello Genova”. Ma il “Modello Genova” è il paradigma da applicare in questo momento anche per il premier Conte, come sottolinea "la Repubblica", nonché per il neo presidente di Confindustria Carlo Bonomi, che ha chiesto anche la sospensione del Codice degli Appalti.

«Ci sono circa 120 miliardi di risorse che sarebbero preziosissime per il Paese - ha dichiarato ai microfoni de "la Repubblica" Raffaella Paita, capogruppo Iv alla Commissione Trasporti della Camera.

"Il piano prevede la figura dei commissari su modello Expo e Genova, con un forte potere di presidio in tutte le fasi, ma sotto il controllo dell’Anac», ha concluso Paita.