Europa Europarlamento elezioni 2022

Gozi: "Non siamo terzo, ma nuovo polo. Gli altri due? Sono solo finzioni"

Intervista di Virginia Piccolillo, "Corriere della Sera", 18 agosto 2022.

Sandro Gozi, Renew Europe che la vede europarlamentare è accanto ad Azione e Italia Viva nel simbolo del terzo polo...
«Non lo chiami così, ma nuovo polo».

Perché?
«l due poli sono finzioni. Sono coalizioni confuse e contraddittorie. Non serve terzietà, ma novità per scardinarle».

Come?
«Con un progetto politico che duri. Con la generosità di tutti, a partire da Matteo Renzi. Proviamo a fare ciò che ha fatto Emmanuel Macron. Senza specchietti retrovisori».

Si riferisce all'allarme fascismo?
«Sulle origini post fasciste di Giorgia Meloni è impossibile discutere. Ma ora che si presenta come leader della coalizione mi preoccupano molto di più altre cose».

Ad esempio?
«L'incompetenza economica o la richiesta di pieni poteri con la riforma presidenzialista».

Ma come? È contro il presidenzialismo alla francese proprio lei che si candidò con Macron?
«No, a me il presidenzialismo alla francese piace. Ma non quello di. Giorgia Meloni che non prevede pesi e contrappesi: l'uscita di Silvio Berlusconi ha fatto cadere la maschera. Ora tentano di rimediare con la proposta di costituente. In realtà sono tutte "armi di distrazione di massa". Ma la loro concezione è un po' quella dei loro alleati in Europa».

Che intende?
«Il premier polacco Mateusz Morawiecki e quello ungherese Viktor Orbán pensano: basta vincere le elezioni che si possono stravolgere libertà di stampa, diritti delle donne e minoranze».

Cosa vi differenzia dai due poli?
«L'agenda Draghi».

Chi lo desidera può leggere l'intervista completa sul "Corriere della Sera".