Europa Europarlamento

Gozi: "L'Italia non ha nulla da temere da una relazione speciale con la Francia"

Estratto dell'intervista di Annalisa Chirico, "il Foglio", 25 novembre 2021.

"La cooperazione tra Italia e Francia va strutturata e formalizzata, non può dipendere dalle personalità presenti di volta in volta all`Eliseo e a Palazzo Chigi", la pensa così l'europarlamentare Sandro Gozi, ex sottosegretario agli Affari europei nei governi Renzi e Gentiloni, attuale componente del gruppo Renew Europe che ha contribuito a fondare.

Gozi esprime un giudizio positivo sul Trattato del Quirinale che giovedì il presidente del Consiglio Mario Draghi sottoscriverà solennemente insieme al capo dello Stato Emmanuel Macron. "L'Italia non ha nulla da temere da una relazione speciale con Parigi. Gli interessi dei nostri paesi non sono mai stati così convergenti. Dalle priorità europee alla transizione ambientale, dalla riforma del Patto di stabilità alla rivoluzione digitale, italiani e francesi hanno compreso che farsi la guerra serve a poco, meglio cooperare a monte dei processi anziché accusarsi reciprocamente a valle. Pensate alla Libia dove Roma e Parigi, agendo in un'ottica competitiva l'una contro l`altra, hanno preparato l'arrivo di russi e turchi, paradossale".

Chi lo desidera può leggere l'intervista completa su "il Foglio".