parlamento giustizia

Giustizia, Ferri: "Riforma inutile e senza coraggio"

L'intervento pubblicato da "il Giornale di Brescia", 22 aprile 2022.

Cosimo Ferri si fa portavoce del dissenso di Italia Viva all'interno della maggioranza sulla riforma dell'ordinamento giudiziario e dell'elezione del Csm.

«La riforma Cartabia non cambia niente, è inutile. Non si è avuto il coraggio di risolvere i reali problemi della giustizia. Si è passata la palla alla magistratura con questo messaggio "va tutto bene fate da soli". Non si comprende perché la Ministra abbia scelto la via del non cambiamento, tutelando i privilegi come le doppie indennità per i magistrati apicali nei Ministeri, e incentivando il carrierismo anziché valorizzare il magistrato silenzioso e fuori dalle correnti. Persa una grande occasione per la politica ma anche per i cittadini e per la stessa magistratura che chiedeva rinnovamento», spiega Ferri.

Italia Viva riscontra molte criticità: «Per alcuni aspetti - prosegue Ferri - è una riforma fotocopia della riforma Castelli / Mastella e recepisce la prassi del Csm che si è formata in tutti questi anni. Per altri aspetti, come quello dei magistrati fuori ruolo e delle porte girevoli, fissa alcuni principi innovativi ma li applica solo per alcuni e salva altri. Come Italia Viva chiediamo di eliminare posizioni di potere, privilegi e disparità di trattamento».

Il presidente di Italia Viva, Ettore Rosato rincara la dose: «Su questo pezzettino di riforma che riguarda il Csm il voto è n. g., non giudicabile. La ministra Cartabia ha fatto un lavoro straordinario, ma ha fatto mediazione con chi non voleva cambiare assolutamente niente. Questa riforma è inefficace quindi inutile. Non voteremo contro ma ci asterremo».