Giovani Calabria

Giovani, IV Calabria: "Valorizzare i territori e investire sui giovani"

L'intervento della responsabile Giovani del coordinamento Italia Viva Calabria

Fulcro dell’iniziativa "Nè choosy nè bamboccioni", tenuta da Italia Viva ieri, è stato riportare al centro il ruolo dei giovani, ruolo che troppo spesso, negli ultimi decenni è stato marginale e sporadico. È fondamentale che di tale ruolo i giovani prendano piena coscienza per evitare di avere nei confronti della politica la stessa disaffezione e lo stesso disimpegno che le politiche giovanili degli ultimi decenni hanno avuto nei loro confronti.
Matteo Renzi ha ripercorso, nel proprio intervento, azioni che, come il Jobs Act e Industria 4.0, si sono rivelate di successo nel favorire l’occupazione giovanile, obiettivo che Italia Viva ha perseguito e continua a realizzare creando opportunità concrete anziché strumenti di alienazione dei giovani dal mondo del lavoro. È molto difficile in generale parlare di giovani, lo è ancora di più parlare di giovani al Sud, perché è proprio al Sud che si registra la più alta percentuale di assistenzialismo e di disoccupazione giovanile, che è quasi tripla rispetto alle regionali settentrionali.
Altra piaga per il Meridione è il numero di giovani disoccupati non iscritti a nessun corso di studio o di formazione, oltre che di ragazze e ragazzi, al primo impiego, sottopagati, e ai cosiddetti «cervelli in fuga», giovani laureati che non riescono a trovare un'occupazione adeguata agli studi intrapresi e che sono costretti a emigrare al nord Italia o all’estero. Tutto questo a causa delle scellerate politiche giovanili degli ultimi decenni, in particolar modo del reddito di cittadinanza, che svilisce non solo l’economia del nostro Paese ma anche e soprattutto la dignità di noi giovani: vogliamo vivere di lavoro e non di assistenzialismo! Nel periodo buio dei pentastellati rari spiragli di luce, quali il Jobs Act, lo strumento «Resto al Sud», potenziato dalla manovra di bilancio del 2018, e il bonus Cultura.
Il sonno della ragione genera mostri, ma è tempo di svegliarci e l’iniziativa che Italia Viva ha promosso ieri fa intravedere periodi di speranza per noi giovani: si valorizzino i territori e si investa sulla formazione giovanile, non c’è altro modo per migliorare il domani.
Maria Surace
Responsabile Giovani Italia Viva Calabria