salute

Giornata Mondiale dell'Obesità, Sbrollini: "Il riconoscimento come malattia è il punto d'arrivo di un percorso"

L'intervento della parlamentare Iv pubblicato da "la Croce Quotidiano" , 4 marzo 2020. 

Diabete tipo 2, malattie cardiovascolari come ictus e infarto, ipertensione, tumori e nell'ultimo anno sindrome respiratoria acuta grave nei casi di Covid-19 sono i principati rischi per la salute a cui vanno incontro le persone con obesità; eppure, ancora troppo spesso l'obesità viene definita "condizione" e non malattia cronica che necessita di cure e trattamenti adeguati. Per questo la Giornata Mondiale dell'Obesità 2021 che si celebra oggi, promossa dalla World Obesity Federation, si propone di proseguire nell'impegno ad aumentare la conoscenza di questa malattia e promuovere politiche atte a prevenirla e curarla.

«La pubblicazione del Report della World Obesity Federation rappresenta un momento importante di riflessione e di stimolo a una sempre più efficace programmazione dell'attività dell'Intergruppo parlamentare `Obesità e Diabete'. L'approvazione con il parere positivo del Governo, a novembre 2019, della Mozione sul riconoscimento dell'obesità come malattia, presso la Camera dei deputati, è stato il punto dì arrivo di un percorso che, nelle varie tappe che si sono susseguite, ha fatto maturare la consapevolezza della necessità di una tale definizione, nel rispetto dei diritti della persona con obesità», spiega Daniela Sbrollini, senatrice di Italia Viva e Co-Presidente Intergruppo Parlamentare Obesità e Diabete.