territori

Firenze, caos multe. 87mila verbali in pochi mesi. Iv: "Tolleranza zero strumento inefficace"

La notizia su "la Repubblica - Firenze", "Corriere Fiorentino" e "la Nazione", 12 ottobre 2022.

A Firenze è polemica sulle multe per eccesso di velocità. Dal 23 maggio al 20 agosto, riporta La Nazione, sono state elevate 87.816 contravvenzioni solo nel velocar di viale Etruria (una media di 975 al giorno), all'ingresso della Firenze-Pisa-Livorno. Nel viadotto Marco Polo (in ingresso città) le multe sono state 63.235, in viale XI Agosto 45.827.

Ne scrive Matteo Renzi nella sua più recente Enews: "Sto ricevendo decine di email da persone incredule perché, nella mia Firenze, si fanno multe se si supera di un chilometro il limite. Ad esempio: strada a quattro corsie, limite 50, centinaia di multe per chi va a 51 km. Una visione della Pubblica Amministrazione assurda. Mi sembra sbagliato, soprattutto perché questo non è finalizzato a garantire la sicurezza stradale, obiettivo sacrosanto, ma a far cassa a spese delle famiglie. Un Comune non può diventare un multificio, mai. Lo pensavo ieri, lo penso oggi, lo penserò sempre domani".

Il coordinatore regionale di Iv Nicola Danti ha commentato i dati, affermando che "la strategia della tolleranza zero rappresenta uno strumento inefficace. Di fronte a così tante sanzioni sarebbe opportuno chiedersi se a sbagliare siano i moltissimi multati o non piuttosto i pochi che stanno amministrando la gestione delle nostre strade"."Il sindaco si occupa di altro e non della città ma chi governa in sua vece dovrebbe accorgersi che è troppo", rincara il coordinatore di Italia Viva Danti, mentre il parlamentare Francesco Bonifazi ricorda, via Twitter, che "Noi gli autovelox li abbiamo messi nel 2010 per la sicurezza non per fare cassa. E abbiamo fatto la legge per l'omicidio stradale".