territori elezioni

Ferri: le politiche giovanili devono puntare sulla scuola

La notizia su Il Tirreno, 4 settembre 2022

«Le ragazze e i ragazzi meritano maggiore attenzione. C'è bisogno di provvedimenti legislativi che tengano conto del fatto che i giovani rappresentano uno dei gruppi sociali che rischiano di essere maggiormente pregiudicati e penalizzati dalle difficoltà che stiamo vivendo in questo momento storico. Possono rappresentare i protagonisti di una nuova stagione di rilancio dell'intero Paese». Lo scrive in una nota, Cosimo Maria Ferri, candidato alle prossime elezioni con il terzo polo Azione /Italia Viva.

«Tante potrebbero essere le misure per agevolare i loro percorsi - continua - sostenere la residenzialità per gli studenti fuori-sede,
ridisegnare la formazione professionale secondaria sul modello vincente degli ITS, garantire la possibilità di maturare competenze STEM e digitali. Anche la disoccupazione o la precarietà dell'occupazione incide negativamente sulle loro scelte (che spesso finiscono per essere obbligate, e quindi "non scelte")».

«In questo periodo di forte crisi i più colpiti rischiano di essere ancora una volta i minori, e per questo la dispersione scolastica va combattuta con impegno- conclude Ferri -Bisogna rendere la scuola centro di socialità per la crescita dell'individuo: della sua formazione culturale e non solo».