06/11/20
salute paese

Ferri: "Gli ospedali lunigianesi devono restare no Covid"

L'intervento su "la Nazione", 6 novembre 2020.

«Ritengo che non sia la soluzione giusta quella di destinare i piccoli presidi della Lunigiana a ospedali Covid interrompendo così tutti i servizi ordinari sanitari e facendo mancare punti di riferimento per i cittadini che sono in attesa di interventi e visite mediche ambulatoriali». Lo evidenzia in una nota Cosimo Maria Ferri, deputato di Italia Viva, riferendosi agli ospedali di Pontremoli e Fivizzano, e in generale alle gestione sanitaria delle strutture della provincia.

«Chiedo al nuovo assessore regionale alla sanità Simone Bezzini, per cui nutro stima, di intervenire e di seguire la situazione», prosegue Ferri, secondo cui è necessario «potenziare questi presidi sanitari che le comunità hanno sempre difeso giustamente con forza. Anche per questo il Governo deve attivare il Mes per potenziare le strutture, per assumere personale sanitario e parasanitario. Ho ascoltato quanto dichiarato dalla direttrice dell'Asl Nord Ovest Letizia Casani e sono preoccupato per il futuro degli ospedali lunigianesi e sulla strategia della gestione sanitaria di tutte le strutture della provincia. Inoltre va sottolineato come gli ospedali Covid necessitino di strutture idonee, dotate di impianti specifici per il riciclo dell'aria, e con percorsi protetti. Diventa difficile ipotizzare anche soluzioni di promiscuità Covid e no Covid perché occorrono lotti o strutture separate per evitare la diffusione del virus e possibilità di contagio. Sono mesi che chiediamo di destinare nuove strutture e di prevedere un'organizzazione per gestire l'emergenza sanitaria. Non abbiamo più notizie del vecchio ospedale di Massa, struttura che ha grandi potenzialità e che potrebbe essere riutilizzata».