06/02/21
Governo

Ferri: "Contento dell'incarico a Draghi"

L'intervento su "Il Tirreno", 6 febbraio 2021

 

Il parlamentare di Italia Viva Cosimo Ferri, aveva accusato alcuni sintomi nei giorni scorsi, poi è risultato positivo. Così ha dovuto rinunciare a seguire di persona da Roma l'evolversi della crisi di governo.

"Non ho sintomi particolari — aggiunge — un primo tampone il 31 gennaio era risultato negativo, a un secondo invece positivo. Quindi, sono in isolamento in casa. Mi dispiace innanzitutto perché in questo momento particolare per il Paese mi sarebbe piaciuto seguire direttamente in Parlamento, alla Camera, la fase della crisi."

"L'incarico a Draghi? Io sono molto contento di questa soluzione, noi eravamo tra coloro che auspicavano una ripartenza, era davvero necessario un cambio di passo del Governo, non abbiamo mai fatto questioni personali, ma in realtà era tutto fermo. Cito sempre l'esempio del ponte di Albiano Magra, o anche l'aspetto sanitario del piano vaccini. Ora — aggiunge — si avverte l'entusiasmo per la ripartenza, la nostra posizione è quella di votare Draghi con un sì senza condizioni."

Sempre sui vaccini, specifica: "In questi giorni mi hanno chiamato in tanti: per le persone con disabilità avevamo fatto una mozione, chiedevano di inserirle tra i soggetti fragili, ma su tutto devo dire che mancava una precisa organizzazione, pur nelle difficoltà della fase storica, e bisogna essere molto equilibrati nel fare critiche, avvertivamo che il governo fosse fermo su tanti punti. Ripeto: economia, ristori, infrastrutture, si sentiva la mancanza di risposte concrete. Su Albiano si sono persi mesi, l'ideale era il modello Ponte Morandi. E il dl semplificazioni, quello che ha portato un commissario per la Pontremolese, è poco rispetto a quanto avevamo chiesto.

Noi siamo stati i primi a sollecitare un cambio di passo, all'inizio molti non capivano, ma la realtà è che il Governo era fermo. Ora mi arrivano messaggi di 'grazie Renzi'."

Cosimo Ferri, in casa, avrà tempo per pensare al voto a Pontremoli... "Veramente, non si sa di preciso neppure quando si voterà... Qui non sento aria di campagna elettorale, vedo la necessità di garantire i vaccini e far funzionare la rete del sistema sanitario, con sincerità non avverto altre preoccupazioni, attendiamo innanzitutto le risposte del governo."