lavoro territori impresa

Ferri: "Chiarezza sul futuro della Sanac"

L'intervento pubblicato da "la Nazione", 20 novembre 2021. 

Chiarezza sul futuro della Sanac: la chiede il deputato di Italia Viva, Cosimo Maria Ferri, con un'interrogazione indirizzata al ministro dello sviluppo economico, Giancarlo Giorgetti.

In particolare il documento, che ripercorre la storia di Sanac, vuole arrivare a fare luce "sul perché si siano fermati e bloccati gli ordinativi di materiale da parte di Acciaierie Italia a Sanac. Sono preoccupanti le notizie sul fatto che un`azienda, della quale è socia Invitalia (quindi lo Stato), si stia rivolgendo a un mercato estero".

"Anche su questo chiediamo massima trasparenza e vogliamo conoscerne i motivi che abbiano potuto indurre a tale decisione. Il futuro di Sanac deve partire dalla consapevolezza di avere un insediamento produttivo di altissima qualità e importanza. E ci preoccupa molto perché se ciò fosse vero contrasterebbe di fatto con l`intenzione di partecipare al nuovo bando di gara", sottolinea Ferri.

L'interrogazione ricorda la precedente gara con l'offerta di acquisto da parte di Arcelor Mittal, poi Acciaierie d'Italia, mai completata. "Il quadro si è aggravato in considerazione del fatto che l'ultimo ordine di acquisto di Acciaierie d'Italia a Sanac risale al maggio scorso mentre da giugno sta ordinando materiale refrattario a competitor stranieri quali Rhi, Vesuvius, Krosaki, Seven Refractory estromettendo Sanac. Ed è incomprensibile tale improvvisa predilezione per l'estero", conclude Ferri.