territori Infrastrutture

Ferrandina-Matera, arriva il bando di gara. Bellanova: "Teniamo fede agli impegni assunti con il PNRR"

La notizia pubblicata da "il Sole 24 Ore" e "il Quotidiano del Sud", 9 agosto 2022.

«Benissimo la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale dell'Unione Europea del bando di gara per la realizzazione della nuova linea Ferrandina-Matera La Martella dopo circa una settimana dall'approvazione del progetto definitivo».

Lo ha scritto su Facebook la Viceminista delle Infrastrutture e Mobilità, sostenibili Teresa Bellanova, commentando la pubblicazione da parte di Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo Fs Italiane) del bando di gara per la realizzazione della nuova Linea ferroviaria Ferrandina - Matera La Martella, per un importo complessivo di circa 311 milioni di euro.

Secondo Bellanova, «è la prova che la buona amministrazione non va in vacanza. Andiamo avanti per rispondere alle esigenze delle comunità e dei territori meridionali, per sostenere le attività dei tessuti economici e produttivi, per mantenere fede agli impegni assunti con il Pnrr, primo tra tutti la riduzione del divario sociale e fisico tra aree del Paese e tra Nord e Sud».

In un comunicato diffuso dall'ufficio stampa della Viceministra viene ricordato che «il progetto della nuova linea, la cui attivazione è prevista entro il 2026, prevede il collegamento tra la Città dei Sassi all'infrastruttura ferroviaria nazionale grazie a una linea elettrificata di 20 chilometri a binario unico. La stazione di Matera La Martella sarà servita sia da un collegamento diretto con la stazione di Ferrandina, sia da un collegamento verso Nord attraverso la nuova bretella di collegamento con la linea Battipaglia - Potenza - Metaponto. Il progetto consentirà inoltre di istituire collegamenti ferroviari di lunga percorrenza tra Matera e il sistema di Alta velocità e di potenziare l'offerta di trasporto pubblico locale sul territorio in termini di frequenza e qualità. L'investimento complessivo per la realizzazione dell'opera è di circa 430 milioni di euro, finanziati anche con risorse Pnrr».