Matteo Renzi Enews

Enews 822, lunedì 5 settembre 2022

L'Enews della settimana.                         

Clicca sul banner per donare il tuo 2x1000 a Italia Viva!

Mancano 20 giorni ed è bellissimo sentire crescere un clima di entusiasmo e di fiducia intorno alle iniziative di Italia Viva e Azione. Cresce il numero delle persone che partecipano agli eventi sul territorio, cresce il numero delle persone che si iscrivono ai vari canali social (qui Instagram, qui Telegram).

La verità è che:

1. Sull’energia e le bollette siamo gli unici credibili, gli unici che dicono sì agli impianti sul medio periodo e contestualmente offrono soluzioni immediate alle sofferenze di famiglie e imprese.
2. Sul reddito di cittadinanza, gli altri hanno tutti qualcosa da farsi perdonare (la destra ha Salvini, la sinistra ha Di Maio, i 5 Stelle hanno Conte: chi ha voluto quella legge? Come pure Quota 100...).
3. Sui contenuti non c’è partita. Ad esempio, i Cinque Stelle dicono che il PIL cresce grazie al Superbonus. È tecnicamente falso come è chiaro a chi sa leggere i dati (qui un articolo di Luciano Capone su "il Foglio", ma rimando soprattutto ad un intervento del professor Marco Fortis sull’argomento, di prossima pubblicazione su "Il Sole 24 Ore").

Nel frattempo, Enrico Letta è talmente ossessionato da noi che ci attacca tutti i giorni. Ma perché? Caro Enrico, hai scelto Fratoianni e Di Maio: adesso goditeli e lascia che ciascuno si caratterizzi per le idee. Senza i tuoi continui attacchi, stile: “Il terzo polo aiuta la Meloni”. Gli ho risposto dalla convention di Milano qui e da Zona Bianca ieri sera qui.

I miei appuntamenti.
- Domani, 6 settembre, al Teatro Parenti alle 18. Discorso per Milano. Per me il ragionamento è semplice: le città hanno un’anima, non sono un ammasso di pietre. Parlare delle città - per chi ha fatto il sindaco - significa fare politica nel modo più genuino. Qui per prenotarsi. Ci saranno le dirette su Facebook, su YouTube e su Radio Leopolda.
- Mercoledì, 7 settembre, la giornata del Sì. Carlo Calenda sarà a Piombino, io al termovalorizzatore di Brescia e tutti gli amici di IV-Azione in tanti luoghi del nostro BelPaese. Appuntamento alle 11.30 su Radio Leopolda.
- Venerdì 9 settembre sarò a Napoli e inizierò incontrando chi nel capoluogo campano lavora per creare lavoro, non assistenzialismo.
- Sabato 10 settembre da Ischia parleremo di giustizia. Prendendo spunto da "Il Mostro", visto che tutto ciò che è successo ha preso spunto proprio da eventi avvenuti a Ischia, come sa chi ha letto il libro.
- Domenica 11, in mattinata, da Ercolano - insieme al bravo sindaco Ciro Buonajuto - faremo una riflessione su cultura e lotta all’estremismo e al terrorismo, nell’anniversario delle Torri Gemelle. Ercolano, luogo di cultura e di futuro, non solo di passato.
- Domenica 11, alle 19.30, iniziativa con gli amici candidati in Europa a Lugano, in Svizzera.
- Martedì 13, alle 18, saremo a Verona, nel decennale della partenza del camper. Sarà l’occasione per il discorso sul futuro. Qui il link per partecipare.
- Mercoledì 14, alle 19, saremo a Roma, in un luogo ancora da definire, con tante amiche e tanti amici per rilanciare la nostra sfida dalla Capitale.

Sono solo alcune delle tante tappe del nostro percorso. Credo fortemente in questo progetto e mi ci tuffo con tutto l’entusiasmo che ho, come ho raccontato dal palco di Milano, assieme a Carlo Calenda, venerdì scorso.

So che ci sono polemiche perché siamo sbarcati anche su TiKTok. Io sono felice di confrontarmi con chiunque, anche e soprattutto coi più giovani. Ma non faccio show, balletti o gare di barzellette. Parlo di questioni serie: 18App, diritti civili, nelle prossime ore reddito di cittadinanza. Parlo di ciò che interessa alle ragazze e ai ragazzi. Parlo, e ascolto. Leggo pensosi commenti di autorevoli editorialisti, che mi prendono in giro per TikTok. E dico: ma avete mai pensato che un video su TikTok fa milioni di visualizzazioni e purtroppo i giornali sono sempre meno acquistati? Questo è un bene? No. Io sono all’antica, mi piace ancora il giornale di carta e il rumore quando lo si sfoglia. Ma, se nella nuova generazione molti preferiscono informarsi sui social, ci limitiamo a fare i moralisti, oppure proviamo a battere strade nuove? Questa è la partita da giocare, qui e adesso.

Un sorriso,


P.S. Nel sostegno che ci arriva dal popolo delle Enews siamo a quota 16.000€. Mancano 184.000€ e venti giorni. Chi può darci una mano anche economica può cliccare qui. Chiedere un contributo in modo regolare e trasparente è giusto e doveroso per chi crede in un modo serio di fare politica. E noi siamo l'#ItaliaSulSerio anche su questo. Grazie a chi darà una mano anche con piccolissime donazioni.