Matteo Renzi Enews

Enews 818, giovedì 25 agosto 2022

L'Enews della settimana.                         

Clicca sul banner per donare il tuo 2x1000 a Italia Viva!

Buongiorno!

La campagna elettorale entra nel vivo.

Venerdì 2 settembre presentazione ufficiale del progetto Renew Europe - Italia, dalle 18 alle 20, a Milano. Vi prego di esserci, intanto: è un appuntamento importantissimo. Perché il nostro progetto guarda al 25 settembre, ma va anche oltre. Io introdurrò i lavori, Carlo Calenda li chiuderà. Per iscriversi qui il link.

Giovedì 1 settembre, invece, dalle 20, lancio della campagna elettorale in Toscana. Abbiamo scelto un luogo a me molto caro: la Sala Rossa del Palazzo dei Congressi di Firenze. Da lì nacque la mia candidatura a sindaco, da qui riparte la mia e nostra corsa. Per gli amici toscani, questo è il link per partecipare.

Per chi vuole dare una mano economicamente, visto che stanno partendo le varie campagne (con Calenda e Azione abbiamo convenuto di dividerci a metà i costi della campagna elettorale, come è giusto che sia), questo è il link. Ogni vostro contributo è prezioso.

Sempre per quello che riguarda gli eventi: domenica 28, alle 18, prima di Fiorentina-Napoli (si, sono candidato anche in Campania, ma al cuore non si comanda: forza Violaaaaa!), sarò a Viareggio per presentare "Il Mostro". E ovviamente parleremo anche di politica ed elezioni.

Sintesi estrema della campagna.

1. Tutti applaudono Draghi ma sono gli stessi che lo hanno mandato a casa. Noi siamo gli unici coerenti nel sostegno a Draghi.

2. Nel kit del buon candidato Berlusconi suggerisce di attaccare Calenda e Renzi. Peccato, caro Cavaliere, peccato. Ma noi rispondiamo con le idee, non con gli attacchi personali. E sono sempre pronto a un confronto pubblico in Lombardia. Berlusconi non ha mai avuto il mio voto, ma non avrà mai il mio odio. Se lo incontrassi gli direi: caro Silvio, ma come puoi aver mandato a casa Draghi per sostenere al suo posto la Meloni? Amici che avete votato Forza Italia: davvero preferite che alla guida del Paese ci sia Giorgia e non Mario? DAVVERO?

3. Breve storia triste. Giuseppe Conte candida l’ex procuratore nazionale antimafia, Cafiero de Raho, che sosteneva la necessità dei termovalorizzatori per combattere la criminalità. Bene: qualcuno ricorda che i grillini hanno aperto la crisi per NON fare il termovalorizzatore di Roma? Da una parte c’è l’ipocrisia, dall’altro l’Italia sul serio. Chi non costruisce termovalorizzatori aiuta la criminalità: io sono d’accordo. I grillini? Oggi peraltro Conte ha detto che chi è di sinistra deve votare per lui. Lo ha detto Giuseppe Conte, vale a dire l'amico di Trump, l'uomo che ha firmato i decreti Salvini sull'immigrazione, l'uomo che si definiva sovranista all'ONU e populista davanti alla Lega: Giuseppe Conte, proprio lui, il punto di riferimento della sinistra...

Ho fatto questa intervista a "Il Messaggero"/"Il Mattino"/"Il Gazzettino". Segnalo, tra le varie cose, il passaggio sulla cultura. Nessuno parla della cultura in questa campagna elettorale, a parte noi. La destra candida Tremonti, che diceva con la cultura non si mangia. I grillini hanno Conte, che definiva gli artisti “quelli che ci fanno divertire”. La sinistra è rimasta quella delle sovrintendenze vecchia maniera, capaci di dire solo NO: il Ministero ha avuto tanti soldi da Palazzo Chigi per la cultura, ma ha bloccato più rinnovabili Franceschini di tutti i Verdi italiani.

E poi ci siamo noi: quelli della 18App, di "un euro in cultura, un euro in sicurezza”, dell’Art Bonus. Della cultura come motore della nostra identità. Con la cultura si mangia. Ma soprattutto con la cultura si nutre l’anima. Siamo gli unici a dirlo, ma siamo orgogliosi di non arrenderci alla mediocrità del banale.


Un sorriso,


P.S.
Sulla questione energia e gas, qui ci sono delle slide riassuntive della nostra proposta. Mi sembrano molto chiare. Andiamo avanti, amici, il 25 settembre dobbiamo essere una sorpresa per tutte e tutti