Matteo Renzi Enews

Enews 791, venerdì 20 maggio 2022

L'Enews della settimana.                         

Clicca sul banner per donare il tuo 2x1000 a Italia Viva!

Ieri ho partecipato per la prima volta dalla nascita di Italia Viva ad una festa del Partito Democratico, a Empoli. Mi ha fatto piacere tornare a incontrare una comunità con la quale ho condiviso molte esperienze, alcune bellissime. E, tuttavia, ho spiegato una verità banale: se fossi rimasto nel Pd, io avrei guadagnato in termini di comodità di vita personale, ma il Paese avrebbe ancora Giuseppe Conte e non Mario Draghi a Palazzo Chigi. La libertà che ci siamo presi con la nascita di Iv ci ha consentito di fare una battaglia ha fatto del bene al Paese. E che ha fatto del bene anche al Pd, perché ha rovesciato i rapporti di forza e liberato i dem dalla subalternità ai grillini.

Come se non bastassero il Covid e la numerosa serie di varianti, adesso arriva il timore del vaiolo delle scimmie. Indipendentemente dalla fondatezza di questa preoccupazione, c’è un dato oggettivo da sottolineare: bisogna investire più soldi in sanità. Il rifiuto del Mes è un errore che rischiano di pagare caro i nostri figli e nipoti. Prevenire è meglio che curare, dicevano gli slogan di un tempo. Nulla di più attuale rispetto alla nostra situazione sanitaria: più soldi nella sanità, spesi meglio. Su questo torneremo presto a discutere.

La nostra economia ha alcuni settori che stanno marciando forte, nonostante la guerra. Ma ci sono interi settori che faticano a trovare manodopera. Dobbiamo sicuramente riflettere sui salari, specie in tempi di inflazione. Ma, finché c’è il reddito di cittadinanza, avremo sempre alcuni settori - a cominciare da quello turistico - letteralmente in ginocchio perché non si trovano più stagionali. È semplicemente folle! È finalmente maturo il tempo per la nostra iniziativa su questo tema.

Il libro sta andando forte. Sono contento. E soprattutto sono felice di vedere tanta gente alle presentazioni. Qui il link per acquistarlo. Sto leggendo i commenti di chi ha finito la lettura: ciò che è accaduto a me NON deve accadere ad altri, questo il più frequente. E questo è anche il senso del libro. Ci vediamo:

• domani alle 11.30 a Milano;
• domani alle 18 a Como;
• domani alle 21 a Varese;
• domenica alle 11 a Verona;
• martedì alle 21 a Bologna;
• mercoledì alle 17.30 a Genova.

Segnatevi anche - se vi va - l’appuntamento con Nicola Porro lunedì sera su Rete4.

Qui trovate la puntata di mercoledì del Tg2Post con Manuela Moreno e Antonio Polito.


Un sorriso, 


P.S. Solo per chi ha letto il libro, qual è il capitolo che vi ha colpito di più? Vi leggo: [email protected].