Matteo Renzi Enews

Enews 739, martedì 5 ottobre 2021

L'Enews della settimana.                        

Clicca sul banner per donare il tuo 2x1000 a Italia Viva!

Enews super rapida per festeggiare con voi il risultato - straordinario - delle amministrative.

1. I sovranisti hanno straperso. Sia quelli di destra (Lega e Fratelli d’Italia) sia quelli che volevano sembrare di sinistra (i Cinque Stelle).

2. Conte funziona per la bolla dei social, ma nelle urne il suo effetto sulle amministrative è stato più negativo che neutro, come si vede da Milano fino al più piccolo dei comuni. Per i Cinque Stelle una sconfitta letale: come dico da tempo, non arriveranno al 2023.

3. Salvini ha compiuto un errore incredibile nell’inseguire la Meloni anziché seguire Draghi. Mario Draghi sta cambiando anche la politica, Salvini sembra non averlo capito.

4. I cittadini che hanno conosciuto le amministrazioni dei Cinque Stelle scappano a gambe levate: si vedano gli esempi di Torino e Roma. Se li conosci, non li voti più.

5. Il Pd liberato dall’abbraccio dei Cinque Stelle vince. Altro che Conte o morte. Se il Pd è riformista se la gioca, se il Pd insegue i populisti perde. La crisi di gennaio ha salvato l’Italia ma ha salvato anche il Pd.

6. L’area riformista (dai moderati che non vogliono Salvini e Meloni, fino ai democratici che non vogliono morire grillini) è FORTISSIMA. Sia dove vinciamo, sia dove facciamo testimonianza, i risultati sono molto buoni. E questo è fondamentale in vista del 2023.

In questo quadro, il risultato di Italia Viva è incredibilmente superiore alle nostre aspettative. Eleggiamo sindaci iscritti al partito in tutta Italia, siamo determinanti in moltissimi comuni, abbiamo un numero impressionante di consiglieri e assessori. Laddove c’erano le liste riformiste, i candidati di Italia Viva sono campioni di preferenze (da Milano a Roma a Napoli). In tutta la campagna elettorale i Cinque Stelle e Conte dicevano: "non preoccupatevi di Renzi, ha solo l’1%". Che dire: con l’1% abbiamo preso più consiglieri comunali di loro. Italia Viva è viva. I Cinque Stelle no. Evviva l’1%! A forza di sottovalutarci ci fanno bene. Adesso dobbiamo costruire un’area vasta di riformisti e liberali, tutti insieme.

Ci vediamo domenica alle 10 per l’Assemblea Nazionale in streaming.
Ci vediamo in presenza alla Leopolda del 19-20-21 novembre (qui per preregistrarsi, qui per un piccolo sostegno economico).

Complimenti agli eletti, di tutti i colori politici: la politica è bella quando il giorno dopo si riconosce il successo, nostro e altrui. Tra tutti i nostri sindaci un abbraccio doppio, per quello che hanno dovuto sopportare, a Davide Bendinelli a Garda (si è fermato solo al 73%!!!) e Gerardo Stefanelli a Minturno. Complimenti a chi ha fatto belle battaglie ma non ce l’ha fatta, nonostante ottimi risultati, ovviamente partendo da Carlo Calenda a Roma fino a Gabriele Toccafondi a Sesto Fiorentino.

E un pensiero speciale per Milano. I NoVax di Paragone e i NoExpo dei Cinque Stelle restano fuori dal consiglio comunale, dove entra con un grande risultato personale la nostra Lisa Noja. Milano si conferma città del futuro, lasciando NoVax e NoExpo nel posto più adatto a loro: a casa

Un sorriso, oggi più grande del solito,