06/11/20
Matteo Renzi Enews

Enews 666, venerdì 6 novembre 2020

L'Enews della settimana.                        

Clicca sul banner per Iscriverti a Italia Viva!


Joe Biden sarà il 46° Presidente degli Stati Uniti d’America. L’ufficializzazione avverrà tra qualche ora ma ormai il dato è certo. Avrà un compito non facile: ricostruire il multilateralismo a livello mondiale e ricucire un Paese diviso in due, soprattutto tra città e aree rurali. Conosco Biden come un grandissimo lavoratore, un uomo saggio e rispettato, un fratello maggiore: vuole bene all’Italia ed è sempre stato un grande punto di riferimento per me – anche personalmente – durante il lavoro con l’amministrazione Obama. Sarà una Presidenza di ricucitura la sua, una Presidenza preziosa anche per l’Europa. Buon lavoro Presidente Biden, buon lavoro dal profondo del cuore.

Il Coronavirus continua a fare paura. È il momento di mettere da parte le divisioni, come ho spiegato qui, in questa intervista al quotidiano "Avvenire". E dare tutti una mano. Per questo, abbiamo chiesto un tavolo politico di maggioranza, che si è riunito per la prima volta ieri a Palazzo Chigi. Ci siamo dati un mese di tempo: alla fine di novembre capiremo se ci sono le condizioni per un patto di legislatura da qui al 2023, come io mi auguro. Quello che è certo è che a questo tavolo noi non portiamo discorsi astratti ma richieste concrete sul lavoro, sulla salute, sull’ambiente, sul digitale, sulle infrastrutture, sulle famiglie.

Per parlare delle nostre proposte, suggerisco a tutti di seguire domani, anche sulla mia pagina Facebook, l’Assemblea Nazionale di Italia Viva. Io parlerò alle 15 da Roma, ma saremo poi tutti collegati online da casa, rispettando le regole del DPCM. Italia Viva è decisiva per il futuro di questa legislatura, decisiva soprattutto per mettere al centro le idee e le proposte. Mi ha molto colpito che nelle ultime ore TUTTI si stiano accorgendo di come serva una riforma del Titolo V della Costituzione sul modello di quella che avevamo portato a referendum quattro anni fa. Se fosse passata, vi sarebbe stata la clausola di supremazia e ci saremmo risparmiati le polemiche tra Regioni e Governo centrale. Sarebbe facile, per noi, oggi, dire che noi l’avevamo detto. Ma più che rivendicare primogeniture ora è il momento di dare una mano e trovare le soluzioni. Scegliere Italia Viva iscrivendosi, dando un contributo economico, mandando idee è il modo più bello oggi, in Italia, per fare politica. Hanno cercato di soffocarci nella culla con la vicenda Open su cui, nel silenzio dei media, la Corte di Cassazione ha clamorosamente smentito l’operato di un pubblico ministero fiorentino (notare lo straordinario video di Roberto Giachetti sulla sentenza della Corte di Cassazione: lo trovate qui, certo non sui media e nei talk show) ma noi siamo più forti di qualsiasi finto scandalo. E, dunque, chi ha voglia di darci una mano lo faccia: forse siamo antipatici, come dicono, ma sappiamo quello che serve al Paese. E vogliamo farlo. Perché questo è il tempo della competenza, non della simpatia

Ci vediamo domani,
un sorriso,

P.S. Per chi vuole, questo il video della mia intervista oggi da Myrta Merlino. E qui il video della diretta Facebook dal Senato di qualche giorno fa.