31/01/20
Matteo Renzi Enews

Enews 615, venerdì 31 gennaio 2020

Enews straordinaria, in vista dell'Assemblea.        

Buongiorno a tutti! 
Domani e domenica, a Cinecittà, si tiene la prima Assemblea Nazionale di Italia Viva (qui per le info logistiche).

Il titolo è semplice: Buon Governo versus Populismo.

Buon Governo come nelle immagini senesi del Lorenzetti che faranno da sfondo ai nostri lavori.

Per sconfiggere il populismo occorre la serietà, occorrono i risultati, occorre il riformismo.
Parola noiosa, questa: riformismo. Una parola che non scalda. Ma è una parola che serve per sconfiggere la parola populismo.

E il populismo fa danno ovunque: nell’economia, nella giustizia, nella salute.


Del resto, lo vediamo anche in queste ore per il Corona Virus: è facile, facilissimo, suscitare il panico con un approccio populista. Più difficile è governare, specie in passaggi complicati. In queste ore, viviamo il paradosso di persone in fila per comprare le mascherine, le stesse che magari fino a qualche giorno fa sui social si professavano NoVax.

Il mio suggerimento è quello di affidarsi alle persone competenti. Su tutti, invito a seguire le raccomandazioni del Ministero della Salute e naturalmente ad ascoltare i consigli delle persone serie, a cominciare dal professor Roberto Burioni.


Torniamo a noi, torniamo all’Assemblea di Italia Viva.

Siamo a Cinecittà, nel luogo dove i sogni prendono forma. 
Partiamo domani alle 11.30 con la mia relazione introduttiva.

Quindi discuteremo di Piano Shock, Tasse, Europa, Agricoltura, Famiglia, Export, Prescrizione e molto altro. Al centro le proposte, non gli organigrammi.

Domenica chiuderemo i lavori con la replica che inizierà alle 11.30.

Chi vuole contribuire economicamente all’Assemblea ci fa un grande regalo: versamenti anche di soli cinque, dieci euro sono oggi l’unica strada per Italia Viva per finanziarsi.

Chi vuole seguirci in streaming potrà farlo anche sulle pagine social mie e di Italia Viva.

Per gli interessati, stasera sono ospite di Lilli Gruber a "Otto e Mezzo". 



Pensierino della sera
. Mi ha commosso il canto dell’addio dei parlamentari europei nell’ultima seduta prima della Brexit. Si chiude un pezzo di storia lungo 45 anni. Ma oggi l’Europa deve iniziare a scrivere il futuro. Altrimenti la Brexit sarà l’inizio della fine.

Ci vediamo domani,

Un sorriso,



P.s.: Il PIL fa meno 0.3%. La situazione è molto complicata e le vicende internazionali, dalla Cina ai dazi alla Libia, rischiano di peggiorare il quadro. Bisogna cambiare passo subito a cominciare dallo sblocco dei cantieri con #ItaliaShock. Ne parliamo domani. Darsi una mossa, subito.