parlamento elezioni 2022

Elezioni 2022, Sbrollini: "Teatrino dell'incoerenza per spartirsi i seggi"

L'intervento pubblicato da "il Giornale di Vicenza", 3 agosto 2022.

«Che cosa ne penso di questa coalizione? Semplicemente che c'è tutto e il contrario di tutto. Stiamo assistendo ad un'alleanza che punta soltanto alla spartizione di seggi, a un accordo che non ha nulla a che vedere con i contenuti, i progetti, i tanti problemi che devono essere risolti». Daniela Sbrollini, senatrice e responsabile cultura e sport di Italia Viva non nasconde l'amarezza e parla di «delusione totale» dopo l'annuncio dell'accordo elettorale tra Pd, Azione e +Europa, nel corso di un incontro alla Camera, siglato da Enrico Letta, Carlo Calenda e Benedetto Della Vedova.

«Un teatrino deludente - rincara la dose Sbrollini -. La dimostrazione di una grande incoerenza. Del resto è sufficiente leggere commenti, post e dichiarazioni di Calenda delle ultime settimane per rendersene conto. Tutto ciò che ha detto non è non certo in linea con la decisione presa ieri, anzi, va in direzione contraria».

«Noi di Italia Viva siamo pronti per una campagna elettorale che sia basata su contenuti e su temi che il prossimo Governo dovrà affrontare. C'è chi fondala campagna elettorale su slogan e su poltrone, noi invece andiamo avanti preoccupati per la crisi economica, per la crisi ambientale, per le tensioni internazionali che stanno scoppiando e spiegheremo come affrontarle, a testa alta e coerenti per l'unico centro riformista e moderato».

Insomma, nessuna paura a correre da soli, a non superare il 3 %. Letta ha detto ieri che «a Renzi non abbiamo mai chiuso le porte, non ci sono veti». Per quanto mi riguarda il dialogo è aperto». Daniela Sbrollini la pensa diversamente. «Questa sera ci riuniremo e avremo modo di discutere ma una cosa è certa. Non ci spaventa andare anche da soli a fare il terzo polo e il nostro messaggio è chiaro: non staremo mai con chi ha rinnegato Draghi. Lo abbiamo voluto al governo, abbiamo fatto di tutto perché potesse continuare a lavorare. C'erano tutti i presupposti per poter proseguire con il suo programma e c'era ancora molto da fare e da portare avanti ma c'è chi l'ha rinnegato. E su questo punto non siamo disposti a nessun compromesso».

«Noi crediamo che ci sia un'area riformista importante - aggiunge ancora Daniela Sbrollini -. Un'area che, tuttavia, non trova posto né a destra né con questa coalizione di sinistra, e che, proprio per questo, è pronta a correre anche da sola, senza preoccuparsi di spartizioni di seggi e di poltrone. E sono certa che siano tanti i cittadini che la pensano come noi e che non si identificano con i due poli, ma vogliono un progetto che sia credibile e concreto».