territori elezioni 2022

Elezioni 2022, Rosato: "L'unica vera novità è il nostro schieramento"

L'intervento su "il Piccolo", "il Messaggero Veneto", "il Gazzettino", 25 agosto 2022.

Il terzo polo punta alla doppia cifra in Friuli Venezia Giulia. L'alleanza politica tra Carlo Calenda e Matteo Renzi, declinata sulla scheda elettorale come "Italia sul serio", cerca un risultato di prestigio in regione e che, quasi certamente, farebbe scattare l`eletto anche alle nostre latitudini.

Alla Camera, dove capolista è Ettore Rosato candidato, però, anche in Campania con, quindi, reali possibilità di ritorno a Roma anche per un'altra ex dem e cioè quella Isabella De Monte, seconda al proporzionale, e referente locale di Azione.

«Siamo l'unica vera novità di questa tornata elettorale e che punta sulla concretezza e sull'agenda Draghi» ha spiegato Rosato. «Nelle nostre liste – ha aggiunto De Monte – ci sono persone che non hanno fatto soltanto politica, ma hanno dimostrato di saper amministrare bene».

Mario Draghi, Europa, serietà sono parole che rimbalzano spesso tra calendiani e renziani capaci di mettere nel mirino sia il Pd «che ha pensato bene di iniziare la campagna elettorale con la minaccia della patrimoniale» sia il centrodestra «che ha già presentato un libro dei sogni da 200 miliardi».

L'obiettivo, in poche parole, è quello di strappare fette di consenso tanto a sinistra quanto a destra. Sì, ma quanto? «I sondaggi ci danno tra il 6% e l`8%: faremo meglio» sostiene Rosato.

«È un po' come a Roma – sorride  Rosato –. Siamo partiti dal 5,8% e abbiamo chiuso al 19,8%. Ecco, diciamo che mi accontenterei di ottenere lo stesso risultato. La nostra sarà una campagna elettorale che punterà sulla serietà e senza cercare nemici. Non posso, ad esempio, dire che Massimiliano Fedriga ha governato male soltanto perché è un leghista. Nella gestione della pandemia, infatti, anche come presidente della Conferenza delle Regioni, è stato bravo».

«Il 25 settembre – chiosa Maria Sandra Telesca – per noi sarà un punto di partenza e non di arrivo anche in città. Certamente, però, non abbiamo gradito alcune fughe in avanti delle ultime settimane e possibili perimetri di alleanza con all'interno tutto e il contrario di tutto».