territori Infrastrutture elezioni 2022

Elezioni 2022 in Toscana, Toccafondi: "Sì alle infrastrutture"

L'intervento su "la Repubblica - Firenze", 21 settembre 2022.

Chi del "sì alle infrastrutture" sta facendo una bandiera è il terzo polo, Azione e Italia Viva, che in Toscana esprimono come candidato il deputato uscente Gabriele Toccafondi che sa bene quanto la sfida sia difficile ma vede comunque «un vento positivo, con persone che ti fermano, che ti dicono `Basta, ora voto voi', che significa che qualcosa si sta muovendo».

E così l'interesse è per i «delusi del Pd, gli orfani del riformismo. Siamo nella maggioranza di varie giunte, da Firenze a Scandicci: laddove il Pd è riformista ci siamo» dice Toccafondi, che non ce l'ha col Pd in generale ma con questo «che ha rinnegato molto di quanto fatto. E a livello nazionale si è alleato con chi la pensa diversamente e poi - quando devi decidere - l'incoerenza viene fuori. Mentre il centrodestra ormai non c'è più, c'è solo una destra sovranista».

E allora ecco che le posizioni, nette e per il sì, sono per alta velocità, tranvie, impianti sui rifiuti e pista dell'aeroporto. Toccafondi è l'unico a esprimersi su quest'ultimo punto a favore e in modo convinto.

Toccafondi, inoltre, dice che penserà «al tema delle bollette, che oltre a cittadini e aziende riguarda anche il no profit, che per sua natura non ha utili, e poi legge sullo Ius scholae: in Toscana ci sono 70mila ragazzi senza cittadinanza, e il 60-65% è nato qui. E un tema che va affrontato con realismo». E poi il lavoro, «perché senza questa zona muore. Ma puntando sugli incentivi invece che sui sussidi», conclude Toccafondi.