Elezioni 2022 in Liguria, Silvia Garibaldi: "Crisi energetica, un piano strategico salva famiglie"

L'intervento su "il Secolo XIX", 5 settembre 2022.

«Serve un piano strategico per imprese, famiglie e scuole del Levante». Lo sostiene Silvia Garibaldi, consigliere comunale di minoranza a Chiavari e candidata alla Camera dei deputati nel collegio quattro Liguria per il Terzo polo formato da Azione e Italia Viva.

«Non possiamo stare a guardare: serve una risposta immediata e concreta - afferma Garibaldi intervenendo sulla crisi energetica - Settembre è il mese cruciale per la svolta sull'energia. Le aziende devono ripartire con le produzioni, ma, a molte, non converrà farlo. Quindi, ci troveremo nell'assurda situazione che chi è nato e vive per produrre, avrà convenienza a stare fermo. Le famiglie, invece, si troveranno nel limbo delle case e delle scuole. Nelle case si contrarranno i consumi, che, banalmente, vorrà dire stare al buio e al freddo. Mentre le scuole, che spesso si trovano in edifici inadeguati con enormi sprechi e dispersioni di calore, terranno gli studenti al freddo. Ora e con efficacia immediata - prosegue l'aspirante parlamentare - serve un forte e deciso intervento del governo per calmierare i prezzi. Mentre per il futuro abbiamo bisogno di riqualificare gli edifici scolastici, fornire incentivi a privati e aziende per sistemi di efficientamento energetico. Sul lato pubblico, invece, serve un chiaro piano di sviluppo della produzione energetica come rigassificatori e nucleare a impatto zero. Il Levante ligure è un tessuto in grande dinamismo imprenditoriale, produttivo e familiare - conclude - Non è accettabile che questo territorio venga martoriato dalle bollette di luce e gas. Dobbiamo difendere questa ricchezza e pretendere aiuti chiari».