territori elezioni 2022

Elezioni 2022 a Sondrio e Crema, Del Barba: "Siamo noi l'unica e vera sopresa"

La notizia su "la Provincia", 6 settembre 2022.

«Saremo la vera sorpresa del 25 settembre. E dalle urne ne usciranno molte». Sicuro di sé, del progetto e della squadra che concorrerà nei collegi uninominali e plurinominali della Camera e del Senato (anche) per la provincia di Sondrio, Mauro Del Barba, il parlamentare morbegnese uscente di Italia Viva, ricandidato per Montecitorio, ha presentato così ieri sera al Grand Hotel della Posta di Sondrio il Terzo polo, la coalizione che riunisce Iv e Azione di Calenda destinata, come ha ricordato Chiara Piatti, coordinatrice provinciale di Iv insieme a Mauro Romeri, a diventare, dopo il 25 settembre, una federazione.

«Un progetto ad ampio spettro europeista, progressista e liberale che farà la differenza». Una presentazione che è stata seguita da un nutrito gruppo di persone che hanno affollato la saletta del centralissimo hotel. Tra loro volti nuovi, ma anche noti della vita politica, economica e sociale della città e della Valle come Pierluigi Tremonti, il farmacista fratello dell'ex ministro Giulio con un passato da consigliere comunale, Chiara Pozzi, anche lei già consigliere comunale a palazzo Pretorio, Irene Bertoletti in corsa per la segreteria provinciale del Pd nel 2013, Renato Lupoli, storico liberale e Matteo Lorenzo De Campo, il vicepresidente di Confcommercio Sondrio, nonché amministratore delegato del gruppo Maganetti.

A fianco di Del Barba, che nel giorno del sopralluogo di Giancarlo Giorgetti alla tangenziale di Tirano ha rivendicato i 90 milioni di euro portati per l'opera, Giusy Versace, la campionessa paralimpica fuoriuscita da Forza Italia che è capolista al plurinominale del Senato, Giuseppe Conti, imprenditore brianzolo che corre nell'uninominale di palazzo Madama e Alessandro Bertolini, primario di Oncologia dell'ospedale di Sondrio, residente a Colico dove è consigliere di minoranza, che correrà nel collegio uninominale della Camera.

E se Versace con entusiasmo e grinta ha sottolineato la concretezza e lo spirito di squadra con cui il Terzo polo si presenta e Conti si è soffermato su imprese e giovani, è stato Bertolini a toccare uno dei temi più sensibili per la provincia di Sondrio: la sanità. «Io sono qui perché voglio salvare il servizio sanitario nazionale, in particolare in provincia di Sondrio» ha detto Bertolini che si è definito indignato per una politica non all`altezza «perché nella vita quotidiana cerchiamo competenze e nella politica no?» e ha sottolineato la necessità di rompere la catena di comando politico-istituzionale «che influenza la nostra sanità. Questo voglio fare portando la questione in Parlamento perché la legge 502 è vecchia di trent`anni e deve essere rivista». Senza demagogia o spot.

«Finora - ha detto - la nostra sanità è stata vittima di tre leggi regionali improntate sull'equazione ricavi, meno costi. Un'equazione che in un territorio con 200 km di asse da Madesimo a Livigno è fallimentare. Per garantire servizi efficienti abbiamo bisogno di più personale. Per averlo bisogna offrire ai professionisti qualcosa di allettante».

Del Barba, capolista nel plurinominale della Camera, ha detto, contestando la retorica del voto utile cui si sta appellando il Pd ha piuttosto rivendicato per il Terzo polo il ruolo di contrasto verso la destra. «Soprattutto in provincia di Sondrio ha detto - noi siamo l'unica forza in grado di erodere voti al centrodestra, alla Lega che per la prima volta non ha messo alcun esponente locale nel collegio "blindato" dell'uninominale».

E intanto, i capolista del terzo polo nel collegio cremonese sono stati ospiti domenica nella sala dei Ricevimenti del Comune, per un incontro promosso dagli attivisti cremaschi di Azione e Italia Viva con Francesca Zaltieri, mantovana, candidata nel collegio uninominale per il Senato, e il deputato uscente Mauro Del Barba, capolista nel proporzionale per la Camera.

Del Barba, di estrazione cattolica, ha aderito fin dall`inizio a Italia viva contribuendo all`avvento di Draghi alla presidenza del consiglio: è un esperto di politiche economiche e di finanza. Zaltieri, già insegnante e vice presidente della provincia di Mantova, segue le politiche scolastiche e fa parte del consiglio superiore della Pubblica istruzione.

Entrambi hanno invitato i cremaschi a a sostenere con il voto l'impegno dei riformisti. Nell'alleanza, intanto, cresce la fiducia. «Con il passare dei giorni i sondaggi danno in costante salita il numero degli italiani che sono orientati a votare per il Terzo polo - sottolineano i vertici cremaschi di Azione e Italia Viva - poiché abbiamo proposte concrete contro il caro energia, per il rilancio dell'economia e per il sostegno alle imprese e alle famiglie: stanno facendo breccia».

Nei prossimi giorni verranno organizzate nuove iniziative elettorali, con l'obiettivo primario di incontrare i cittadini attraverso stand e banchetti in città, ma anche negli altri comuni del territorio cremasco.