28/10/20
paese istituzioni

DPCM, Sbrollini: "Servono modifiche"

L'intervento della parlamentare di Italia Viva su "l'Arena", 28 ottobre 2020.

Dalla maggioranza si levano voci critiche nei confronti dell'operato del governo. La senatrice di Italia Viva, Daniela Sbrollini, a proposito della chiusura anticipata di tante attività assicura: «Stiamo lavorando per far modificare una parte del Dcpm che è stata dettata da decisioni forse non sufficientemente razionali».

Il nuovo Dpcm, insomma, accende il dibattito all'interno della stessa maggioranza di governo. Sul tema del semi-lockdown, in particolare, Sbrollini sottolinea che: «Chiudendo i ristoranti alle 18 e chiudendo i luoghi della cultura e dello sport non diminuiscono i contagiati, aumentano solo i disoccupati. Chiedere di riflettere su basi scientifiche e non su timori o emozioni passeggere è un atto di responsabilità contro la superficialità. Bisogna potenziare invece il trasporto pubblico, bisogna introdurre i tamponi rapidi nelle scuole: servono più tamponi, non banchi a rotelle. Da prima dell'estate chiediamo programmazione. E poi servono i soldi del Mes: continuare a dire no al Mes in questa fase non è ideologia ma è puro masochismo. Chiedere di organizzarsi meglio non è lesa maestà ma buon senso. Siamo in maggioranza ma non siamo mai stati e mai saremo yes men».

«Piena solidarietà alle persone che in piazza dei Signori hanno protestato pacificamente», conclude Sbrollini.