Infrastrutture paese

Dl Semplificazioni, Paita: "La Tirrenica avrà presto un commissario"

L'intervento pubblicato da "la Nazione", 29 maggio 2021.

Nel Decreto Semplificazioni 2 ci sono 500 milioni di euro per la Toscana. Si tratta di stanziamenti per opere attese da tempo: il raddoppio della linea ferroviaria Empoli-Siena, la Porrettana-Prato Est, il riassetto della viabilità nella zona est di Lucca e anche la Tirrenica per la quale però ci sarà in iter specifico.

Raffaella Paita, presidente commissione Trasporti e infrastrutture della Camera, spiega: «Finalmente si mette mano ai cantieri - spiega - noi di Italia Viva abbiamo lavorato molto per questo, ci sono tante opere pronte a partire e dobbiamo sbloccarle se vogliamo far ripartire il Paese dopo la crisi Covid. Naturalmente semplificare le procedure non significa ridurre la sicurezza e la trasparenza, ma solo tagliare inutili passaggi burocratici. Anzi, direi che proprio con procedure lunghe e farraginose è più facile che ci siano gli elementi per favorire il malaffare».

Per quanto riguarda la Tirrenica c'è da risolvere una questione ancora in sospeso con Sat prima della nomina del commissario. «Ma - assicura Raffaella Paita - c'è la volontà politica del governo di intervenire così come stiamo facendo sulle altre opere. Non è vero che la Tirrenica sarà lasciata fuori dalle opere da sbloccare attraverso i commissari. Si tratta di un problema tecnico che sarà risolto, non ci sono altri intoppi».

«In Italia abbiamo le competenze e la capacità tecniche per fare bene - sottolinea Raffaella Paita - il governo Draghi sta dimostrando che si può passare dalle dichiarazioni ai fatti. Ringrazio il ministro Giovannini per l'impegno».

Per la superstrada che da Chioma arriva Grosseto serviranno interventi di manutenzione (e proprio in questi giorni i sindaci della provincia di Livorno hanno scritto a Draghi per chiedere interventi di sicurezza sui cavalcavia), mentre per il tratto fra Grosseto Sud e il Chiarone al confine con il Lazio servirà raddoppiare la carreggiata con le quattro corsie e l'eliminazioone dei pericolosi incroci a raso. Ma ci sono dei nodi da sciogliere dal ponto di vista progettuale in particolare nella zona di Orbetello e di Albinia dove gli spazi sono stretti e da una parte da Laguna e dall'altra esercizi commerciali e abitazioni rendono complicata la trasformazione in quattro corsie.

«Il commissario, una volta nominato - spiega Raffaella Paita - dovrà agire per aprire i cantieri, ma si rapporterà e collaborerà con gli enti locali, serve naturalmente un lavoro di squadra, però è fondamentale aver dato un impulso decisivo a progetti che attendono da tempo».

«A livello nazionale vengono sbloccate risorse per 13 miliardi di euro, le opere previste faranno compiere al sistema infrastrutturale italiano un nuovo, importante passo in avanti» conclude Raffaella Paita.