Infrastrutture trasporti

Dl Infrastrutture e Trasporti, numerosi gli emendamenti Iv già approvati

La notizia pubblicata da "MF", "il Sole 24 Ore", "il Messaggero", "Corriere del Trentino", 26 ottobre 2021.

Il governo Draghi accelera sul fronte del riassetto della gestione delle reti autostradali. Un emendamento al decreto legge Infrastrutture, all'esame delle Commissioni Ambiente e Trasporti della Camera, presentato dal Mims, scorpora in una Newco, il pacchetto delle autostrade statali a pedaggio facente capo ad Anas. Per la precisione, la Sitaf (A32 Torino-Bardonecchia), la CaV (Concessioni Autostradali Venete), l'Autostrada Asti-Cuneo, il Traforo Monte Bianco. Se la riforma, evidentemente concordata tra Mef, Mims e Palazzo Chigi andrà in porto, vedrà la luce di fatto una nuova società, controllata in modo congiunto dai dicasteri di Via XX Settembre e di Porta Pia anche se sotto la gestione del Tesoro (servirà un ulteriore decreto attuativo tra i due ministeri per stabilire come avverrà il controllo incrociato) con lo scopo di gestire le autostrade in concessione.

Di là delle tecnicalità. l'obiettivo del governo punta a creare un vero e proprio campione pubblico delle gestioni autostradali. tenendo anche conto che Anas dovrà gestire una dote rilevante dei fondi del Pnrr. «Si tratta di una iniziativa del governo - dice Raffaella Paita (IV) relatrice del provvedimento - non c'è stato il tempo di approfondire e valutare le impostazioni strategiche, monitoreremo che la Newco abbia la possibilità di stare in piedi. Il nostro obiettivo è favorire il rafforzamento degli investimenti nelle manutenzioni e sicurezza».

«Abbiamo fiducia nel governo Draghi e anche in questo caso voteremo a favore ma siamo consapevoli che data la complessità della materia, sarà il caso di prestare molta attenzione» aggiunge Paita.

Inoltre, sempre relativamente al Dl Infrastrutture, provvedimento che è stato esaminato dalle commissioni riunite Ambiente - Trasporti della Camera, tra gli emendamenti approvati, c'è quello della relatrice Raffaella Paita (Iv) che prevede che entro il 30 giugno 2022 venga adottato con un Dpcm il Piano nazionale di interventi infrastrutturali e per la sicurezza nel settore idrico, il cosiddetto "Piano invasi".

Nei lavori in commissione, intanto, è stato approvato un emendamento a firma Italia Viva che prevede incentivi per le patenti dell'autotrasporto. Fino al 30 giugno 2022 i giovani fino a 35 anni e i percettori di reddito di cittadinanza o di ammortizzatori sociali potranno beneficiare di un un rimborso del 50% delle spese sostenute e documentate per il conseguimento della patente e delle abilitazioni professionali per la guida di veicoli destinati all'attività di autotrasporto di merci per conto di terzi. «La norma spiega la presidente della commissione Trasporti della Camera, Raffaella Paita (Iv) - si propone anche di dare un contributo rispetto alla riflessione per riformare il reddito di cittadinanza, creando un canale diretto tra mondo del lavoro e percettori del reddito, e rende quest'ultimo istituto più dinamico e agganciato alle esigenze del mercato».

Infine, approvato ieri sera, con voto congiunto delle commissioni Ambiente e Trasporti della Camera, l'emendamento «salva Autobrennero». Un atto che, presentato dalla presidente della commissione Raffaella Paita (Iv), che sancisce formalmente la volontà politica della maggioranza che sostiene il governo Draghi ad aprire la strada alla possibilità del progetto di finanza, come alternativa alla gara europea e all`affidamento diretto «in house» per l'assegnazione della gestione trentennale dell'autostrada A22.