territori

Diamante, sabotaggio della condotta idrica, Magorno: "Chiari tentativi di intimidire"

La notizia sulla "Gazzetta del Sud", 30 agosto 2021.

Ci sarebbe una volontà ben chiara di denigrare e intimidire la comunità di Diamante. Ma il sindaco Ernesto Magorno ha ribadito a chiedere lettere che questo non avverrà mai. Il primo cittadino, ieri mattina proprio come aveva annunciato, ha spiegato nei dettagli che cosa è accaduto nel pomeriggio di sabato quando si è verificato un sabotaggio alla condotta idrica che rifornisce Diamante.

Il sindaco ieri, in una diretta Facebook, ha parlato a cuore aperto ai suoi cittadini: «Ci eravamo accorti della mancanza d'acqua sabato, ma che inizialmente avevamo pensato si trattasse di un guasto». Ignoti hanno forzato i lucchetti per accedere al ripartitore della Sorical di Pantanelle a Grisolia e hanno chiuso la saracinesca della condotta idrica che fornisce Diamante. Se i tecnici comunali non si fossero accorti in tempo di quello che era accaduto - ha spiegato Magorno - «tutte le attività commerciali di Diamante erano rimaste senza acqua, creando un vulnus economico oltre che il disagio per tutta la popolazione che sarebbe rimasta senza acqua».

Magomo ha precisato: «Un chiaro intento di colpire la nostra comunità. È un fatto gravissimo che oggi denunceremo in modo formale alle autorità giudiziarie come farà la Sorical». Altro episodio inquietante: «Tre giorni fa di notte hanno bussato alla mia abitazione e hanno bloccato le telecamere. Un chiaro intendo di intimidirci. Avete sbagliato indirizzo. C'è un sistema messo in campo da chi vuole danneggiare la nostra città per ragioni politiche perché non govema più, perché non ha più le mani nella marmellata». Magorno si augura che la magistratura faccia chiarezza pure sui falsi ambientalisti.