territori Infrastrutture

Decreto Infrastrutture, Paita: "I fondi per la Liguria sono il segno di una grande attenzione per il territorio"

L'intervento pubblicato da "il Secolo XIX", 29 ottobre 2021.

Il decreto Infrastrutture che la Camera ha suggellato ieri con il voto di fiducia, contiene norme sui trasporti di carattere generale, da una stretta sull`uso di monopattini elettrici, 20 chilometri orari e obbligo del casco sotto i 14 anni, al via libera al servizio taxi in moto e bici, e altre connesse al Piano nazionale di Recupero e resilienza.

La Liguria ottiene: otto milioni per l`Anas, da destinare alla messa in sicurezza dell`Aurelia tra Sanremo e Ventimiglia; fino a un milione alla Compagnia unica di Genova, per le minori giornate lavorate nel 2020 rispetto al 2019; semplificazioni burocratiche e snellimento delle autorizzazioni, per raggiungere gli obiettivi del Pnrr, come la nuova diga di Genova; proroga fino a fine 2024 del commissario straordinario per il viadotto sul Polcevera; ampliamento della zona logistica semplificata del porto di Genova; possibilità da parte dell'Inps di riconoscere, dal 16 novembre 2021 al 31 agosto 2022, un'integrazione al salario per i dipendenti delle imprese di Savona che si sono dovuti fermare, o hanno dovuto rallentare il lavoro, dopo la frana che, il 24 novembre 2019, ha danneggiato due piloni dell'infrastruttura.

Per Raffaella Paita, deputata spezzina di Italia Viva e relatrice di questo pacchetto di norme per la Liguria, le nuove leggi sono «segno della grande attenzione che abbiamo per la regione. Un territorio che ha sofferto tanto».