09/03/20
parlamento economia coronavirus

Coronavirus, Sbrollini: "Serve Piano Shock, lo chiede anche Confindustria"

L'intervento della parlamentare di Italia Viva.

"Il grido di allarme che le categorie economiche hanno lanciato al Governo ed al Parlamento intero ha bisogno di una risposta. La diffusione degli stati di crisi economica potrebbe correre più velocemente della diffusione del virus. Occorre un Piano Shock: lo dicevamo già quattro mesi fa come Italia Viva insieme a Matteo Renzi. Oggi lo confermano anche le imprese e le altre forze politiche. Per noi era e rimane una condizione fondamentale dell'azione del Governo. Oggi più che mai". Così in una nota la senatrice di Italia Viva, Daniela Sbrollini, commenta le richieste del presidente di Confindustria Vincenzo Boccia.

"Questa situazione sanitaria mondiale va gestita ed avrà tempi lunghi. Se anche riusciremo in Italia a frenare l'epidemia, non è detto che in altri paesi ciò sarà possibile. L'economia mondiale è interconnessa. Non possiamo quindi escludere che le conseguenze economiche saranno comunque gravi. Anzi, dobbiamo essere pronti. Potrebbe essere l'occasione giusta per confezionare immediatamente un grande piano di interventi contando sullo sblocco dei cantieri approvati, finanziati e frenato dalla burocrazia", ha spiegato Sbrollini.

"Questo metterebbe in movimento un processo di risistemazione delle infrastrutture e contemporaneamente farebbe ripartire l'economia interna con sviluppi importanti anche in termini di occupazione e di rinvigorimento della domanda interna. Un piano simile a quello della ricostruzione del dopoguerra che nel giro di dieci anni ha portato l'Italia al boom economico. Facciamolo. Senza veti né tentennamenti. Ora è il momento di agire", conclude Sbrollini.