21/04/20
parlamento coronavirus

Coronavirus, Paita: "Emergenza, numeri preoccupanti: il Ministro indaghi"

L'intervento della parlamentare di Italia Viva, pubblicato da "il Secolo XIX".

«Il Ministro Speranza indaghi sulla gestione dell'emergenza sanitaria in Liguria, a fronte dei numeri preoccupanti che emergono, inviando i commissari». La deputata spezzina di Italia Viva Raffaella Paita chiede attraverso una interrogazione parlamentare «chiarezza» su quello che è accaduto in Liguria.

«La diffusione del Covid-19 in Liguria è sempre preoccupante, anche se qui non c'è stato un focolaio primario. E le risposte della regione sono apparse tardive e insoddisfacenti. Basti guardare i numeri. Il tasso di letalità è pari al 14,22% ed è secondo solo a quello della Lombardia».

Non solo. Pochi tamponi, il 2,03% sui residenti con il «Veneto che ha una percentuale quasi tripla. Se guardiamo invece i contagi, la Liguria registra una percentuale dello 0,42% sulla popolazione residente: è incredibile che il Veneto abbia una percentuale (0,32%) inferiore alla nostra, nonostante il fatto che abbia avuto un focolaio primario e abbia effettuato tantissimi tamponi. Gravissima è poi la situazione delle case di riposo. Il virus è entrato in almeno il 40% delle strutture. Nessuno ha pensato di fare subito il tampone agli operatori. Ad aprile sarebbero deceduti 810 ospiti in una settimana, mentre nel 2019 ne erano morti 750 nell'intero mese. I decessi - sottolinea Paita - sono aumentati di oltre il 400% e non veniteci a dire che questa impressionante perdita non sia dovuta al Covid».

Secondo i dati della Regione Liguria la Liguria ha «un rapporto standardizzato di mortalità inferiore a Lombardia ( +212%), Emilia Romagna (47%), Marche (+ 19%) e sovrapponibile al Piemonte. Nelle Rsa c'è un 60% di strutture Covid free», conclude Paita.