12/03/20
parlamento sanità coronavirus

Coronavirus, Nobili: "Sbagliato chiudere quella struttura. Giusto nominare un commissario"

Intervista di Man. Fon., "il Tempo", 12 marzo 2020.

Onorevole Luciano Nobili, Italia Viva vuole la riapertura del Forlanini. Pensa che sia realizzabile?
«È una proposta lanciata insieme con Roberto Giacchetti e Michele Anzaldi, c'è stata anche una raccolta firme che in 48 ore ha raggiunto 30mila firme su Change.org. C'è un'emergenza in corso e c'è bisogno di strutture, soprattutto per la generale carenza di posti in terapia intensiva in Italia».

Fu sbagliato chiudere il Forlanini a suo tempo?
«La decisione è stata presa oltre 10 anni fa a seguito del debito fuori controllo della sanità nella Regione Lazio nei primi anni 2008. Nel piano di rientro furono incluse alcune strutture da chiudere, tra cui appunto il Forlanini. A posteriori si può discutere se fu una scelta giusta o sbagliata, probabilmente non è stata una decisione felice perché si trattava comunque di una eccellenza dal punto di vista delle malattie polmonari, non è un caso che ne stiamo parlando per la vicenda del Coronavirus. Non è stato lungimirante privarsi di una struttura così importante, cosi grande nel cuore della città».

Condividete la decisione del premier Conte di nominare un commissario? Voi avevate proposto Guido Bertolaso...
«Sì, certo. L'avevamo chiesto da tempo, rinunciando a ogni polemica. Prima che cominciasse questa emergenza avevamo una serie di confronti aperti con il governo ma questo è il momento dell'unità nazionale. Siamo in prima linea per aiutare il Paese. Sia per l'emergenza sanitaria, quindi per creare più posti letto e più posti in terapia intensiva e per tutto quello che serve per mettere l'Italia in condizione di affrontare l'emergenza. Sia per fare in modo che il Paese possa fronteggiare le ricadute dal punto di vista economico. Le prossime 2-3 settimane saranno le più difficili. Per questo abbiamo sempre detto che c'è bisogno di un supercommissario: avevamo avanzato l'idea di una figura come quella di Guido Bertolaso perché ha saputo dimostrare negli anni cli saper affrontare crisi come questa».

II governatore Zingaretti è stato informato della vostra iniziativa?
«È un'iniziativa in piedi da anni ma non ne abbiamo parlato con Zingaretti. Facciamo a lui i nostri migliori auguri per la guarigione. La nostra proposta non vuole andare in conflitto con quello che la Regione Lazio sta facendo e pure bene, va benissimo la scelta di individuare dei posti letto che possano essere pronti in pochi giorni, ma la riapertura anche parziale del Forlanini ha senso».