27/02/20
agricoltura agroalimentare salute coronavirus

Coronavirus, Gadda: "Misure immediate per imprese del settore agrolimentare"

L'intervento della parlamentare di Italia Viva.

“Il Governo metta subito in campo misure urgenti per le imprese del comparto agricolo e agroalimentare. Le ricadute economiche negative rischiano di avere ripercussioni in tutto il Paese. Serve un coordinamento immediato tra livelli istituzionali anche per rispondere alle esigenze indifferibili nella cosiddetta 'zona rossa', altrimenti sono a rischio bestiame, raccolti, e prodotti deperibili”. Lo dichiara Maria Chiara Gadda, capogruppo di Italia Viva in commissione Agricoltura alla Camera.

“In particolare, segnalo, tra le molte difficoltà che stanno emergendo in zona rossa - prosegue Gadda - la grave ed urgente criticità in tema di approvvigionamento e movimentazione delle materie prime e dei prodotti altamente deperibili, dei mangimi, del carburante e dei mezzi tecnici essenziali per il funzionamento delle attività produttive, del trasporto all’esterno dei prodotti trasformati, e anche dell’accesso di personale veterinario e specializzato adibito ai controlli qualitativi e sanitari dei prodotti agroalimentari e al benessere degli animali".

"In generale, occorre agire a livello nazionale per mettere in campo misure di sostegno al reddito delle imprese danneggiate dei diversi comparti produttivi, nei servizi e nel turismo, e dei lavoratori, anche stagionali, per evitare che questa emergenza abbia ripercussioni ancora più gravi sulla nostra economia", prosegue Gadda.

"Dispiace anche assistere a prese di posizione di altri Paesi comunitari, che stanno paventando in modo ingiustificato il blocco delle nostre merci al confine o richieste di certificazioni aggiuntive per le merci di provenienza italiana. Un assurdo, in questo momento anche in Europa si dovrebbe dimostrare di essere uniti per fronteggiare una emergenza che non ha certo colpito solo il nostro Paese", sottolinea Gadda.

"Stiamo affrontando un momento molto delicato serve grande senso di responsabilità da parte di tutti per rassicurare i cittadini ed evitare di aggravare i danni economici che il nostro Paese sta già subendo. Insieme alle misure necessarie per il contenimento e la gestione dell’emergenza epidemiologica, servono urgenti misure di sostegno alle nostre imprese e specifici atti di indirizzo per i diversi comparti colpiti. Tra questi, il nostro agroalimentare merita una attenzione particolare a partire dalle regioni come Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna ad alta vocazione agricola, produttiva e turistica", conclude Gadda.