parlamento diritti diritti lgbt

Contrasto all'omofobia, Faraone: "Necessario un tavolo politico per ok in tempi brevi al ddl Zan"

La lettera del capogruppo Iv al Senato, 19 maggio 2021.

"Gentile Presidente,
in questi giorni in cui il nostro Paese sta cercando di uscire dalla crisi pandemica, grazie al lavoro prezioso e condiviso di Governo, Parlamento ed istituzioni, le cronache ed il dibattito politico sono concentrati nello scontro frontale sul ddl Zan.

Ci sono diverse posizioni su cui è necessario provare a fare sintesi invece che procedere con la dannosa dinamica del derby che non porta da nessuna parte. Solo affrontando nel merito i temi posti dal ddl Zan si potrà comprendere chi fa sul serio e chi gioca a far saltare tutto.

Una legge contro le discriminazioni omotransfobiche è indispensabile, colma oggettivamente un vuoto normativo. Già nella passata legislatura è stata persa l'occasione, non possiamo più permettercelo. Credo sia giunto il momento di approvare un testo con la massima condivisione possibile.

A tal proposito Ti scrivo per proporTi un tavolo politico in cui, insieme a tutti i capigruppo, si riesca a superare steccati e contrapposizioni sterili. Spero quindi che a partire da domani potremo già metterci uno di fronte all'altro per trovare un accordo in tempi brevissimi ed arrivare in Aula prima possibile con un testo condiviso.

Sono fiducioso che nessuno si tirerà indietro se è vero, come molte volte abbiamo detto e dimostrato, che questo è il tempo della responsabilità. Un caro saluto,

Davide Faraone".

Così il presidente dei senatori di Italia Viva, Davide Faraone, in una lettera indirizzata a tutti i capigruppo per chiedere un tavolo politico sul ddl Zan.