Riconosciamo la continuità territoriale alla Sicilia



La condizione di insularità e di perifericità della Sicilia rispetto ai mercati europei e l’annoso deficit infrastrutturale che la caratterizza, ha comportato e comporta gravi limiti per la mobilità di residenti e visitatori, con evidenti ricadute negative sul già fragile equilibrio economico. A questi si aggiunge il manifestarsi di criticità riguardo alle tariffe applicate dai vettori aerei che, su diverse rotte, applicano prezzi esorbitanti e sproporzionati, in alcuni casi perfino superiori a quelle applicate su collegamenti a lungo o lunghissimo raggio.

La “specialità” derivante dalla condizione insulare è stata espressamente riconosciuta anche in sede comunitaria con la Risoluzione del Parlamento Europeo del 4 dicembre 2016, che fa espresso riferimento all’esigenza di assicurare la continuità territoriale nel trasporto delle persone che, per evidenti ragioni, può essere efficacemente espletato dal mezzo aereo.

Ci preme anche ricordare il secondo comma dell’articolo 3 della nostra Costituzione che recita: “È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che limitando di fatto l’eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l’effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all’organizzazione politica, economica e sociale del paese”.

Per queste ragioni, Italia Viva presenterà un emendamento alla legge di Bilancio per ottenere il regime di continuità territoriale per la Sicilia, così da attivare tutte le misure che possano rimuovere gli ostacoli di ordine materiale, che di fatto derivano dalla condizione di insularità e ne impediscono un armonico sviluppo economico e sociale ed ottenere agevolazioni sui costi dei trasporti aerei, volte al rispetto del principio di libera circolazione e della continuità territoriale.

Chiediamo a tutti i cittadini di sostenerci firmando questa petizione.

Firma anche tu!


 Petizione promossa da Davide Faraone e Valeria Sudano

 

 

Le firme saranno ritenute valide e conteggiate soltanto se provenienti da un indirizzo email reale e funzionante
Se dovessi aver già firmato la petizione, ti ricordiamo che una seconda firma non sarà conteggiata a sistema.

Sottoscrivi la petizione

3.329 Firme Obiettivo: 10.000

Letta l’informativa resa ai sensi dell’art. 13 del GDPR e della normativa nazionale in materia di protezione dei dati personali acconsento al trattamento dei miei dati personali: