25/04/20
Italia Viva territori mobilità sostenibile

Comincini:"Accolte le nostre proposte in favore della mobilità sostenibile"

Nota del senatore Eugenio Comincini e dei coordinatori di Italia Viva-Provincia di Milano Lucia Caridi e Gianluca Pomo

''Siamo contenti che la Ministra De Micheli abbia aperto alle nostre proposte annunciando misure e incentivi in favore della mobilità sostenibile. Un tema molto sentito nelle grandi città come l'area metropolitana milanese e che per molti rappresenta una possibile soluzione in vista di una ripartenza nella quale l'uso dei mezzi pubblici e delle automobili non sarà più praticabile come in passato".

Lo dichiarano in una nota congiunta il senatore Comincini di Italia Viva e i coordinatori di Italia Viva della Provincia di Milano, Lucia Caridi e Gianluca Pomo.

"L'utilizzo di bici e monopattini elettrici dovrà quindi essere incentivato. Ma per farlo, serve anche mettere i cittadini in condizione di poter viaggiare sicuri. Già nella Legge di Bilancio approvata a dicembre, Italia Viva fece inserire al comma 47 il Fondo per lo sviluppo delle reti ciclabili urbane con una dotazione di 50 milioni di euro per ciascuno degli anni 2022, 2023 e 2024. Lo scopo è quello di finanziare al 50% i costi degli interventi comunali per la realizzazione di nuove piste ciclabili urbane: senza infrastrutture sicure, infatti, non possiamo chiedere ai cittadini di usare preferibilmente mezzi di mobilità sostenibile''.

''Bene quindi la previsione di un beneficio fiscale, ma non basta. Crediamo che i Sindaci, in sinergia con le Città Metropolitane e le Province, dovranno operare per creare percorsi ciclabili, anche semplificati, che congiungano i diversi centri urbani con i capoluogo. Noi proponiamo di anticipare al 2020 quanto previsto dal comma 47 della Legge di Bilancio, cominciando a dare sostanza ad una forma di mobilità che rappresenta agli occhi di molti un reale supporto e un'ulteriore dimostrazione dell'attenzione del Governo alle tematiche a difesa dell'ambiente: il nostro impegno su questo fronte sarà ancora più deciso'', concludono gli esponenti di Italia Viva.