02/04/20
parlamento economia coronavirus

Colaninno: "Il codice delle imprese deve slittare a fine 2021"

L'intervento del parlamentare di Italia Viva, pubblicato da "il Mattino di Padova" e altri quotidiani Gruppo GEDI.

"È essenziale provvedere con urgenza a sospendere l'entrata in vigore del codice della crisi d'impresa approvato lo scorso anno. Per questo abbiamo presentato al Senato un emendamento di Donatella Conzatti che posticipa ad agosto 2021 l'entrata in vigore della normativa".

Lo dichiara il deputato di Italia Viva Matteo Colaninno. "La grave emergenza sanitaria si sta ripercuotendo in modo micidiale anche sulle attività economiche e produttive. È prioritario difendere in ogni modo il nostro tessuto economico, industriale e d'impresa, dalla cui vitalità dipende la capacità di resistenza e di ripresa futura dell'Italia. Oltre alle impellenti esigenze di liquidità e di garanzia, riconosciute anche dalla BCE, è fondamentale", spiega, "assicurare la proroga dell'entrata in vigore al 15 agosto 2021 del decreto legislativo 12 gennaio 2019, n. 14".

"Le norme operative che riguardano direttamente le imprese, la cui applicazione dovrebbe altrimenti scattare dal prossimo mese di agosto, pregiudicano piccole, medie e grandi imprese che hanno dovuto fermare completamente le attività a causa del virus", conclude.