parlamento

Cittadinanza, Marco Di Maio: "Da Iv modifiche per meritocrazia"

La notizia pubblicato dall'"Agi" e da diversi quotidiani, 29 marzo 2022.

"Un primo blocco delle modifiche proposte di Italia Viva al Testo unico sulla cittadinanza puntano a sottolineare due principi che riteniamo importanti: il criterio meritocratico del completamento degli studi universitari come condizione per l'acquisizione della cittadinanza italiana; dall'altro, il superamento della differenza formalistica dei figli di chi ha acquistato la cittadinanza e chi invece ha un diritto di soggiorno permanente". Lo dichiara Marco Di Maio, capogruppo di Italia Viva in commissione Affari costituzionali alla Camera.

"Gli emendamenti presentati da Italia Viva - aggiunge - mirano così a un'equiparazione per analogia tra ius culturae e ius universitatis. E quindi a dare la possibilità di diventare italiani a quei ragazzi stranieri che abbiano abitato senza interruzioni in Italia e conseguito una laurea universitaria. Con questa modifica si torna così alla soluzione avanzata nel 2017 da Matteo Renzi di uno ius soli temperato. Con l'introduzione, invece, un mini-ius soli, i figli di cittadini stranieri in possesso di un permesso di soggiorno permanente avranno la possibilità, se vorranno, di diventare italiani", conclude.