parlamento fisco

Catasto, Marattin: "Improprio definirla riforma"

L'intervento pubblicato da "la Stampa", 3 marzo 2022.

Luigi Marattin mentre lavora per superare l'impasse relativo ai lavori parlamentari sul nodo del catasto, richiama tutti all'ordine.

«Abbiamo impegnato troppo tempo per discutere di catasto — spiega Marattin a "la Stampa" — che è improprio definire riforma perché si tratta solo di scattare una fotografia che sarà pronta solo nel 2026 e non avrà alcun impatto diretto, quando invece ci sono questioni come la riforma dell'Irpef, l'Irap, gli autonomi e le semplificazioni a cui non stiamo dedicando le stesse energie nonostante siano ben più importanti. Non è possibile perdere così le settimane»