lavoro territori

Caso Sanac, Ferri: "Chiarezza sul futuro dell'azienda"

L'intervento pubblicato da "il Tirreno", 29 luglio 2021.  

Un question time dell'onorevole Cosimo Ferri presentato in commissione attività produttive allo scopo di fare «chiarezza sul futuro di Sanac». È l'iniziativa intrapresa dal parlamentare di Italia Viva sulla vertenza Sanac, legata alla situazione dell'ex Ilva, che da tempo preoccupa lavoratori, sindacati e istituzioni. La risposta del governo è attesa per oggi.

Ferri si rivolge al Ministro dello Sviluppo Economico ripercorrendo le tappe salienti della storia dello stabilimento di Massa, operativo a partire dal 1972: una delle quattro unità produttive del Gruppo Sanac s.p.a, entrato nel gruppo Riva in concomitanza con l'acquisto della società Ilva s.p.a. di cui Sanac faceva parte.

«Attualmente risultano occupati nello stabilimento 124 operai di cui 9 con contratti a termine in data 31 dicembre 2018. Inoltre, all'interno del sito produttivo lavorano diverse società che impiegano circa 100 operai» spiega Ferri che illustra la situazione di stallo in cui versa attualmente lo stabilimento.

«A tal proposito - prosegue – l'unica soluzione concretamente percorribile appare costituita da un diretto intervento della mano pubblica finalizzato ad impartire una linea di rilancio del sito produttivo di Massa. Ciò potrebbe concretamente avvenire replicando il modello di intervento prefigurato rispetto alla situazione di Ilva s.p.a.». Da qui la richiesta di Ferri al Ministro per sapere se il governo «è in grado di fornire chiarimenti sul futuro industriale di Sanac e quali siano le iniziative che il governo intende assumere al riguardo».