parlamento tv

Caso Dazn, approvata la risoluzione a prima firma di Raffaella Paita

L'intervento pubblicato da "il Sole 24 Ore", 23 settembre 2021.

La richiesta fatta al Governo è quella di dare più poteri ad Agcom. E fra il testo della risoluzione - che era stata annunciata dalla Commissione Trasporti e Tlc della Camera in occasione dell'audizione del presidente Agcom, Giacomo Lasorella, sul caso Dazn - per come entrato in votazione (e anticipato dal Sole 24 Ore di martedì) e quello che ha avuto l'ok finale, alla fine si è aggiunto un quarto punto non da poco.

L'ulteriore indicazione al Governo è di impegnarsi a «prescrivere alle piattaforme e a gli operatori di individuare modalità di trasmissione dei contenuti audiovisivi idonee al miglioramento della qualità del servizio al cliente finale sulla base dei parametri che l'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni potrà individuare». Insomma un invito a impegnarsi a favore della neutralità tecnologica e per l'uso di altre modalità di trasmissione se lo streaming continuasse a dare problemi.

«Questa risoluzione è il risultato di un lavoro largamente condiviso e portato a termine in tempi record» ha detto la presidente della Commissione e prima firmataria della risoluzione, Raffaella Paita (Iv).