territori sanità

Carrara, Ferri: "Su radiologia la Sindaca alzi la voce"

L'intervento su "il Tirreno", 12 agosto 2022.

Di sanità si è parlato in consiglio comunale, per il nodo del primo soccorso, ma c'è da segnalare anche l'appello fatto dal consigliere comunale e parlamentare Cosimo Ferri alla sindaca Serena Arrighi, invitata ad «alzare la voce contro l'Asl».

"Non è accettabile - scrive Ferri - che un servizio come radiologia presso il Monoblocco di Carrara resti chiuso dal 16 al 22 agosto compresi. È un'offesa per la città e i cittadini. Segno di evidente depotenziamento dei servizi che si aggiunge alla mancata risposta sulla endocrinologia e di tanti altri servizi. Non possiamo consentire che si fermi la radiologia che peraltro è collegata ad altri servizi. Basti pensare all'ortopoedia al paziente che si toglie il gesso e che scende in radiologia per fare controllo, cosa farà in quella settimana? Non si toglie il gesso, va al Noa? Chiude anche ortopedia? Oppure per i pazienti oncologici che necessitano di follow-up?".

"Insomma - aggiunge Ferri - la radiologia è il cuore di una struttura sanitaria, vuol dire Tac, radiografie, ecografia. Fermarlo anche solo per un attimo vuol dire spegnere. È inutile avere cariche se non si sanno esercitare. Chiediamo alla sindaca, anche in qualità di presidente della conferenza zonale dei Sindaci, appena nominata, di difendere il servizio e la città".

E aggiunge: "Ho presentato in consiglio comunale un'interrogazione orale e la risposta della vice Sindaca Crudeli è stata deludente, poco incisiva e di rassegnazione. Crudeli non si vuole mettere contro l'azienda? Invito i cittadini ad andare ad ascoltare la risposta che mi è stata data. Ebbene noi non ci stiamo e non ci rassegniamo ma vogliamo una politica che difenda i servizi e che sappia confrontarsi con determinazione con la Regione Toscana e l'azienda sanitaria".

"Si deve muovere anche la politica regionale che è sempre più distratta e lontana dai problemi", conclude Ferri.