parlamento economia fisco

Marattin: "Caro Draghi, ecco come ricostruire il reddito di cittadinanza"

Estratto dell'intervento di Luigi Marattin pubblicato da "il Foglio", 10 agosto 2021.

"Deluso no, ci mancherebbe." Ma neanche sorpreso? "Neanche". Eppure Mario Draghi è sembrato difenderlo, il reddito di cittadinanza. "Il premier ha detto che è giusto avere uno strumento di lotta alla povertà. Chi può essere contrario?". Già. Chi? "Non certo chi, come noi, lo introdusse per la prima volta nel nostro ordinamento, tramite il Rei. Quello che noi diciamo, numeri alla mano, è che lo strumento che ha sostituito il Rei è stato un fallimento, o nella migliore delle ipotesi un cattivo uso dei soldi pubblici, e va sostituito con uno migliore". 

Luigi Marattin
mostra la convinzione di chi non si scompone. E anche quando lo si pone davanti al piccolo dilemma di questi giorni - abolirlo o riformarlo, questo famigerato Rdc - il deputato di Italia viva, presidente della commissione Finanze, aggira il sofisma. "Dal punto di vista pratico, abolire il Rdc facendo entrare in vigore allo stesso tempo un nuovo strumento o lasciare in vigore Rdc ma cambiandolo alla radice, è la stessa identica cosa. Mi è fin troppo facile prevedere che la lotta politica sarà su quale di queste due strade prendere, per poter cantare vittoria sui social".

E però l`impressione è che il gioco di chi, come voi di Iv, propone di rottamare il Rdc, sia un po` speculare a quello di chi, come Conte, dice che invece non si tocca. Non è poco riformista, come metodo, quello del referendum abrogativo? "A noi interessa il punto fondamentale: l`Italia ha bisogno di uno strumento radicalmente diverso, e la raccolta firme per il referendum serve a portare questa consapevolezza nel paese".

Per chi fosse interessato può trovare qui l'intervento completo