04/10/20
parlamento economia territori

Calabria, Vono: "Istituzionalizzare al più presto i contratti di sviluppo"

L'intervento sulla "Gazzetta del Sud", 4 ottobre 2020.

Comincia a intravedersi una luce in fondo al tunnel nel quale sembrava no essersi perduti i Contratti istituzionali di sviluppo che appena un anno fa stavano catalizzando l'attenzione delle amministrazioni della provincia, impegnate a farsi trovare pronte con

 che, dopo una selezione, Invitai la avrebbe condotto a concretizzazione. Ma tra attese legate alla conferma dei vertici di Invitalia (guidata dall'ad Domenico Arcuri) e l'esplosione della pandemia tutto è stato rinviato sine die. pur con una progettazione depositata per interventi da mezzo miliardo di euro. È stata la senatrice di Italia Viva Silvia Vono, vicepresidente della commissione Lavori pubblici e Comunicazioni, a cercare di rimettere in carreggiata i Cis: «in seguito ai confronti coni tanti amministratori della Calabria sono intervenuta sulla questione dei due Contratti istituzionali Calabria. Sono tanti ha spiegato — i progetti di infrastrutturazione, sviluppo economico, produttivo e imprenditoriale, turismo, cultura e valorizzazione delle risorse naturali, ambiente, occupazione e inclusione sociale presentati già a fine 2019 per molte aree della Calabria e ingenti le risorse ferme ad Invitalia in attesa dell'istituzionalizzazione dei contratti».

Per questo la senatrice renziana è stata al ministero per il Sud dove ha sollecitato l'intervento del ministro Giuseppe Provenzano «che ha assicurato di verificare lo stato dell'arte e consentire lo svolgimento del Tavolo istituzionale con il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, al fine di avviare l'iter che porterà all'approvazione definitiva dei progetti di sviluppo e allo sblocco delle risorse finanziarie».

I progetti dei Cis vedono interessati vari ministeri ma, una volta insediato il tavolo di lavoro, «è opportuno che i progetti vengano istituzionalizzati per dare la possibilità ai territori di essere protagonisti ed è per questo che è necessario favorire sempre lo sviluppo dell'intera Regione evitando escamotage maldestri, dettati da tentazioni campanilistiche e non solo, come recentemente è accaduto nel tentativo di avvantaggiarsi. nel proprio quartiere, di qualche consenso, discriminando il resto del territorio calabrese», Ad avviso di Vono, «le cattedrali nel deserto non hanno mai prodotto vero sviluppo ed è per questo che i rappresentanti istituzionali dovremmo sempre coinvolgere capillarmente ogni territorio».