05/05/21
paese

Cadelbosco di Sopra, Soncini: "Lo scempio della democrazia e del rispetto istituzionale"

La nota di Boris Soncini, assessore Comune di Cadelbosco di Sopra e coordinatore Italia Viva Terra di Mezzo, l'intervento pubblicato da "il Resto del Carlino", 5 maggio 2021.

Durante il consiglio comunale di venerdì scorso abbiamo assistito all’espressione peggiore di un populismo politico che, con la violenza e la diffamazione, tenta di nascondere la mancanza di argomentazioni e l’incapacità assoluta di ricoprire il ruolo di eletti all’interno di un organo istituzionale. Come coordinatore di Italia Viva Terra di Mezzo e membro di questa Amministrazione, voglio esprimere piena solidarietà e vicinanza al Sindaco Bellaria, oggetto di un attacco personale e istituzionale che non ha precedenti, non ha scusanti e non può in alcun modo essere minimizzato o non messo in evidenza.

Due consiglieri di minoranza, uno dei quali ricopre la carica di capogruppo, hanno pronunciato parole inaccettabili nei confronti del Sindaco, dopo avere più volte interrotto il regolare svolgimento della seduta arrivando anche a bloccare la vice segretaria. Comportamenti inaccettabili. Il rispetto delle persone e dei ruoli istituzionali deve sempre essere alla base di una sana democrazia. Quando questo viene a mancare significa che si agisce nel disprezzo delle istituzioni e non è accettabile da chi è stato eletto a farne parte.

Il capogruppo di minoranza Zani e il consiglieri Piccinini assumono spesso comportamenti irriguardosi ma mai si erano resi protagonisti di esternazioni non riguardose e irriverenti come quelle che possono essere ascoltare nella registrazione della seduta del consiglio comunale.