10/07/20
parlamento Infrastrutture

Boschi: "Per il Governo è il tempo delle scelte. Basta col populismo"

Estratto dell'intervista di Giovanna Vitale, "la Repubblica", 10 luglio 2020. 

Onorevole Boschi, dal crollo del Morandi sono trascorsi quasi due anni e due governi, ma sulla revoca siete al punto zero. Conte e 5S insistono, voi renziani spingete per trattare coi Benetton. Perché?
"Noi difendiamo l'interesse pubblico. E vogliamo una risposta politica, non populista. Se in due anni si è rifatto il ponte e non si è fatta la revoca è perché giuridicamente questa scelta è pericolosa. Espone gli italiani al rischio di un contenzioso miliardario, peraltro creando incertezza sulla gestione della rete autostradale e sui posti di lavoro. Io sono perché chi ha sbagliato paghi. E la sentenza la emetteranno i magistrati in tribunale, non i populisti su Twitter".

Che cosa deve fare Aspi per evitare la revoca?
"Penso che Aspi non voglia evitarla, ma abbia tutto l'interesse di arrivarci per scatenare una guerra legale che durerà anni e si scaricherà sulle prossime generazioni. Forse anche nel governo c'è chi la pensa così: facciamo la revoca, tanto le penali le pagheranno i nostri nipoti. Questo approccio è sbagliato. Serve serietà".

Conte porterà il caso in Consiglio dei ministri: riuscirete a convincere i 5S? E se non troverete una sintesi, il governo rischia la crisi, come ha sostenuto su Repubblica Cancelleri?
"Nell'ultimo mese Italia Viva ha salvato l'esecutivo al Senato almeno 4 volte, senza contare il salvataggio di Bonafede. Dunque, sì: il governo rischia, ma perché rischia tutti i giorni. Nel merito: a noi non interessa convincere i 5Stelle, né siamo gli avvocati difensori dei Benetton. In una società di libero mercato chi vuole che i Benetton se ne vadano deve convincerli a vendere, più che inventarsi improbabili revoche. Oppure si chiede a Cassa Depositi e Prestiti di fare un'operazione di mercato sulla società quotata, che è Atlantia. Scelte trasparenti, non operazioni di retrobottega".

Chi lo desidera, può leggere l'intervista completa a questo indirizzo.