territori amministrative

Boschi e Paita a Genova a sostegno di Bucci: "Infrastrutture e lavoro, è il nostro programma"

La notizia su "Genova - la Repubblica" e "il Secolo XIX", 10 giugno 2022.

«I rapporti con Bucci sono iniziati quando lo abbiamo invitato alla Leopolda, lì ci ha raccontato la sua città e noi abbiamo capito che aveva portato dei risultati concreti e con altrettanta concretezza governerà Genova nei prossimi cinque anni: per questo abbiamo appoggiato la sua candidatura»: lo ha detto Maria Elena Boschi, capogruppo alla Camera di Italia Viva e tra i "big" del partito fondato da Matteo Renzi.

Ieri la deputata ed ex ministro è stata in città per appoggiare la corsa a Palazzo Tursi di Bucci, insieme alla collega a Montecitorio, Raffaella Paita, e insieme ai candidati in Comune, Mauro Avvenente e Giovanna Criserà.

Secondo Maria Elena Boschi, «la scelta di Bucci non è stata semplice, ci sono state criticità e noi siamo stati di pungolo nei suoi primi cinque anni, ma alla fine è la scelta migliore per Genova, perché lui è in grado di realizzare quello che è anche il nostro programma: infrastrutture, opere per la città, più lavoro. A Genova Bucci ha fatto la differenza e mi spiace che venga attaccato per il suo mo�lo da commissario, compito che ha svolto benissimo».

Un riferimento, quest'ultimo, agli attacchi da parte del segretario del Pd, Enrico Letta: «Il modello Genova è un modello nazionale — ribadisce Maria Elena Boschi — e semmai questo modello è stato introdotto da Matteo Renzi ai tempi dell'Expo di Milano. Attaccare Bucci sul ponte è ingiusto verso Genova e verso i genovesi».

E Raffaella Paita aggiunge: «La campagna elettorale ci ha fatto capire ancor di più che stiamo dalla parte giusta».

A margine, de due esponenti Iv rispondono alle dichiarazioni provenienti da Andrea Orlando. Paita non le manda a dire. E graffia. «Non so a cosa si riferisca, forse alla sua dichiarazione di voto di allora, che ricordo bene - è la replica della deputata al ministro - Forse era un po' nervoso perché al comizio del Pd c'erano più persone sul palco che sotto il palco. La polemica sul commissario si aggiunge a quella contro la Gronda, contro la Diga, contro la città: sono atti contro Genova. Da un lato c'è chi ama il territorio come Bucci e dall'altro chi lo utilizza polemicamente per la campagna elettorale». Boschi è sulla stessa lunghezza d'onda, ribadendo che, relativamente al modello Genova: «La differenza l'ha fatta Bucci sul ponte: si è preso responsabilità e rischi».